gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles: ecco perché A Day in the Life fu censurata dalla BBC

Gli amanti dei Beatles saranno concordi col noi nel considerare che A Day in the life, ultima traccia del celebre disco Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band dei Beatles, rappresenti uno dei picchi artistici più importanti nell’ambito della carriera della band di Liverpool, così come anche la rivista britannica Rolling Stone, che ha inserito il brano al ventottesimo posto sui 500 migliori brani di sempre, pensa. La canzone, che è stata attribuita al duo Lennon-McCartney, è di un grandissimo livello artistico e musicale, e ha fatto la storia non soltanto per la sua incredibile bellezza, ma anche per quella storica censura che ha ricevuto da parte della BBC. Ma per quale motivo Il brano dei Beatles venne censurato? Vogliamo raccontarvi la storia della canzone della band di Liverpool e della sua incredibile censura.

La storia di A Day in the Life

A proposito della storia di A Day in the life, la canzone dei Beatles di cui vi abbiamo precedentemente fatto cenno e che abbiamo indicato come una delle vette artistiche più importanti di sempre della formazione britannica, a voler considerare la storia di questa stessa canzone dobbiamo necessariamente partire dal 19 gennaio del 1967, giorno in cui iniziarono le registrazioni della canzone che non ancora aveva il nome che poi l’ha resa celebre.

Il brano stesso si basa attraverso la sovrapposizione di 4 nuclei narrativi differenti. La prima e la quarta parte sono tratte da notizie del Daily Mail, presenti nel numero del 17 gennaio del 1967, e rielaborate in chiave umoristica da parte di John Lennon. Quanto alla seconda parte, invece, si tratta di una trattazione del tutto differente, che riguarda un riferimento indiretto al film Come ho vinto la guerra di Richard Lester, all’interno del quale anche John Lennon ha una piccola parte. A proposito della storia della canzone dei Beatles, prima di prendere in considerazione la censura da parte della BBC, bisogna anche sottolineare che sia John Lennon che Paul McCartney, per inserire tutti i possibili riferimenti e per creare un brano piuttosto complesso dal punto di vista contenutistico, passarono molto tempo insieme, cercando di influenzarsi a vicenda e di ottenere tutti gli sconti possibili per la realizzazione della canzone.

Perché A Day in the Life venne censurata?

A questo punto, possiamo prendere in considerazione l’interrogativo che porta a considerare perché A Day in the life dei Beatles venne censurata da parte della BBC; la censura avvenne per i riferimenti troppo espliciti al consumo di droghe. Come annunciò il canale televisivo, che decise di bandire il brano dalle sue programmazioni, alcuni versi nello specifico contengono dei riferimenti velati al consumo di droga, e dopo diversi ascolti il canale televisivo ha deciso di eliminare dai suoi palinsesti la canzone della band. Se in un primo momento John Lennon si schierò contro questa decisione, successivamente Paul McCartney prima e George Martin poi ammisero che la provocazione era stata voluta da parte dei Beatles e che il riferimento alla droga in realtà era voluto e reale. La censura ci fu successivamente anche in Malesia e Hong Kong, paesi all’interno dei quali la canzone non venne mai pubblicata per via dei riferimenti alle droghe.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.