gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, ecco perchè George Harrison odiava Neil Young e la sua musica

Nell’ambito della sua carriera, George Harrison è passato alla storia per il suo atteggiamento, particolarmente comprensivo e positivo nei confronti dei suoi colleghi e contemporanei; all’interno dello specifico contesto dei Beatles, il britannico è sembrato sempre in grado di sopportare quale fosse la realtà artistica e personale di due musicisti il cui atteggiamento era tutt’altro che semplice da tollerare e comprendere. Eppure, esiste un’occasione in cui lo stesso George Harrison ha dimostrato di non riuscire a sopportare – addirittura ha ammesso di odiarlo – un artista come Neil Young, a causa di una serie di realtà che sono state spiegate in un dialogo piuttosto particolare con Bob Geldof. Vogliamo citarvi quelle parole pronunciate direttamente da George Harrison, che ha spiegato per quale motivo odia Neil Young e la sua musica. 

Il dialogo tra George Harrison e Bob Geldof

Le parole di George Harrison, che hanno riguardato la figura di Neil Young e la sua musica, sono state pronunciate all’interno di un filmato piuttosto particolare, che ha visto lo stesso britannico protagonista di un dialogo piuttosto edificante con Bob Geldof, figura tutt’altro che sconosciuta nel mondo della musica e dell’arte in generale, dato il suo grandissimo contributo, che l’ha portato ad essere protagonista e promotore di eventi di grandissimo livello.

Nel video in questione, i due hanno avuto modo di parlare di diversi temi, dalla musica di George Harrison alle considerazioni dell’ex Beatle in merito alla figura di Neil Young, che Bob Geldof ha dichiarato di stimare particolarmente. A proposito della traccia “While My Guitar Gently Weeps”, George Harrison ha spiegato: “C’era una tendenza naturale ad andare più veloce, quando abbiamo iniziato a provare, e poi Eric ha detto ‘molto più lento’, ho pensato che non poteva essere così lento. Così abbiamo iniziato a provarlo molto lentamente e poi abbiamo suonato il disco, ed è lento che ha più impatto, quando si accelera qualcosa si perde, diventa troppo twee”.

Le parole di George Harrison su Neil Young

Nel corso del dialogo tra George Harrison e Bob Geldof, il britannico ha poi avuto modo di affrontare il tema Neil Young, per cui lo stesso frontman dei Boomtown Rats ha affermato di provare tanta stima. Di diverso avviso è stato George Harrison, che ha dichiarato di non essere un grande fan di Neil Young, addirittura odiandolo.

A tal proposito, ha dichiarato: “Fa bene ridere. Abbiamo fatto questo spettacolo con lui, l’ho visto dall’altro lato del palco e mi sono guardato intorno, ho guardato Eric e gli ho detto: “Che succede?” Ha fatto l’assolo nel mezzo e poi mi ha guardato come se mi dicesse “non guardarmi, non sono io”. È soprattutto la sua voce [che odio], mi piacevano alcune delle sue canzoni, ma odiavo il suono della sua voce, il suo canto è anche peggiore del mio.”

Eppure, a parti invertite la grande ammirazione non è mai stata nascosta: “Ricordo che cantavo le canzoni dei Beatles… la prima canzone che ho cantato davanti alla gente è stata It Won’t Be Long, e poi Money (That’s What I Want). Era nella caffetteria del Calvin High School [Winnipeg]. Il mio grande momento”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.