23 January, 2021, 14:47

Beatles: Ecco perché John Lennon odiava Abbey Road

I più grandi appassionati dei Beatles sono soliti acclamare praticamente all’unanimità il loro ultimo album in studio, Abbey Road. Sono davvero poche, del resto, le persone che, ascoltando il disco, riescono a trarre conclusioni negative o critiche di sorta. Comunque sia, John Lennon non si è mai unito al coro, dimostrando sempre di serbare poca stima nei confronti dell’album. I fan più devoti ai Beatles sanno che, in effetti, John Lennon odiava Abbey Road.

Il disco non è mai stato, specificamente, ricordato come l’album con John Lennon come protagonista. Nonostante la sua traccia d’apertura, Come Together sia firmata dalla colonna portante dei Fab Four, infatti, in Abbey Road si assistette all’affermazione del Beatle silenzioso, George Harrison che, ebbe modo di rubare la scena a Lennon e McCartney con pietre miliari assolute come Here Comes The Sun e Something. Per John Lennon, in effetti, Come Together rappresentò una forte eccezione, essendo l’unica canzone che riuscì ad apprezzare.

Perché John Lennon odiava Abbey Road?

Abbey Road è un’opera eclettica. Si tratta di un disco perfetto sotto ogni aspetto e, per questo, destò il malcontento della colonna portante del Quartetto di Liverpool. Il leggendario artista si sentì messo in secondo piano da quando l’aspetto più commerciale dei Beatles ebbe modo di emergere. Nel corso di un’intervista che l’artista rilasciò a Rolling Stone poco tempo dopo lo scioglimento del gruppo, questi rivelò di apprezzare il lato A di Abbey Road e di odiare quello B, a causa delle sue fattispecie da Pop Opera, arrivando a definirlo come “pezzi di canzoni unite insieme”.

John Lennon avrebbe perpetuato il suo odio per Abbey Road fino alla morte. Durante un colloquio che il cantante intrattenne a 10 anni dall’uscita del disco con David Sheff di Playboy, l’ex Beatle disse: “Tutti osannano troppo quel disco. Nessuna delle canzoni che lo compone ha niente a che fare con l’altra. Sembra che i brani siano stati inseriti a casaccio”.

Sembrerebbe che John Lennon si fosse battuto a spada tratta per modificare la struttura di Abbey Road in corso d’opera, ma che la natura democratica che sancisce il quieto vivere interno ad una band avesse avuto modo di prevalere, vedendolo costretto ad adeguarsi agli standard dei colleghi. John Lennon, dal canto suo, avrebbe preferito che le tracce fossero state più impetuose e crude a livello di produzione. Comunque sia, va detto che l’artista avesse raggiunto un punto di non ritorno col gruppo già da molto tempo e che, gran parte delle sue avversioni provenissero proprio da questo.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)