gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, il messaggio segreto di I’m So Tired e la leggenda della morte di McCartney

La leggenda della morte di Paul McCartney rappresenta una delle narrazioni mitiche maggiormente diffuse nel mondo del rock, e che maggiormente si sono diffuse nel corso degli anni, a causa non soltanto della condivisione da parte dei fan, ma anche e soprattutto di tutti quegli elementi che – volutamente o meno – sono presenti all’interno delle canzoni dei Beatles, determinando una larga diffusione della teoria stessa, supportata da possibili indizi che molto spesso vi abbiamo anche sottolineato. Se in molte occasioni vi abbiamo parlato di copertine degli album e di indizi visivi, alcuni elementi che confermerebbero la veridicità della morte di Paul McCartney sarebbero ritrovabili addirittura nelle canzoni dei Beatles, attraverso parole da ascoltare al contrario e altri messaggi segreti. Vogliamo parlarvi del messaggio contenuto in I’m So Tired, e ascoltabile in backmasking. 

La storia di I’m So Tired e la sua realizzazione

Nel prendere in considerazione il messaggio segreto presente all’interno di I’m So Tired dei Beatles, vogliamo innanzitutto parlarvi della storia del brano stesso, seconda traccia del lato due del disco uno del White Album, pubblicato nel 1968. Come da tendenza piuttosto diffusa nella discografia dei Beatles, il brano è accreditato alla coppia Lennon/McCartney, per quanto sia stato realizzato soltanto da John Lennon, nell’ambito del ritiro di Rishikesh, durante il corso di meditazione trascendentale che lo sottopose a grande sforzo fisico.

L’idea di un ritiro spirituale fu opera di George Harrison, che convinse i suoi compagni di band a dedicarsi ad una pratica simile al fine di ritrovare una lucidità e una tranquillità artistica tale da permettere la realizzazione di un nuovo album, che si concretizzò nel White Album. A seguito di meditazioni e conferenze, John Lennon si ritirò per riposarsi, ma lo stato fisico a cui era stato sottoposto gli rese molto difficile il sonno; decise, allora, di raccontare questo suo stato di insonnia all’interno di una canzone che fosse in grado di descrivere la sua insonnia. Il brano venne registrato negli studi di Abbey Road la notte dell’8 ottobre 1968.

Il messaggio segreto presente all’interno di I’m So Tired

La grande caratterizzazione di cui gode la canzone dei Beatles accreditata alla coppia Lennon/McCartney è quella di un messaggio segreto presente all’interno del testo, che ha supportato la teoria della morte di Paul McCartney, per cui ha lungo sono stati ricercati indizi negli album dei Beatles e nelle loro copertine. Il messaggio segreto in questione sarebbe presente alla fine del brano, in cui John Lennon pronuncia parole che apparentemente sembrano non avere un senso preciso: «Mih ssim, mih ssim, mih ssim. Nam ded see lope».

Secondo i sostenitori della teoria, se ascoltate al contrario queste parole direbbero: «Paul is dead man. Miss him, miss him, MISS HIM!». Una versione più verosimile, dettata dal fatto che effettivamente si tratta – per la posizione del nastro e per la sua composizione – di parole ascoltabili al contrario, porterebbe a pensare che il vero messaggio reciti: «Monsieur, monsieur, monsieur, how about another one?»

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.