gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, la canzone che Paul McCartney scrisse contro gli Who

Quale è stata la canzone che Paul McCartney scrisse contro gli Who per farli tacere a causa della loro arroganza? Una delle qualità più interessanti dei Beatles è stata quella di poter toccare ogni aspetto della musica durante la loro carriera parlando d’amore, di dolore e a volte “dissando” altri musicisti. Non attenendosi mai a un solo stile definito (a parte i primi anni), la band era brava nel saper scrivere ballad, unire elementi musicali indiani e puntare su un mood sperimentale e rock’n’roll allo stesso tempo. I Fab Four a volte erano anche un po’ cattivelli, in particolare Paul McCartney, il celebre bassista.

La voglia di rispondere a tono agli Who

Dopo che Paul McCartney aveva visto gli Who di Pete Townshend definire nuovi canzoni di rock’n’roll, si è deciso di rispondere a tono. Decise quindi che il nuovo brano doveva essere il “pezzo rock più rumoroso, più cattivo e più sudato che potessimo mai fare”. Sappiamo che poche canzoni sono considerate controverse all’interno del White Album dei Beatles. Una di queste canzoni è proprio quella che Paul McCartney scrisse contro gli Who, ovvero “Helter Skelter”. La traccia è frenetica e ha evidenziato la capacità della band di attraversare una serie di cerchi musicali molto diversi. Un po’ come Dante.

Il riferimento a Charles Manson

Naturalmente, la canzone ha presto assunto la sua iconografia di leggenda purtroppo grazie all’assassino Charles Manson e alla sua setta. Manson ha preso il titolo della canzone e applicato le sue idee veramente discutibili con la sua setta che ha portato a diversi omicidi. Nel 1980, parlando con Playboy, Lennon confermò ciò che pensava: “Quello è Paul al cento per cento. Tutta quella roba di (Charles) Manson è stata costruita attorno alla canzone di George sui maiali e a questa canzone di Paul su un quartiere inglese. Non ha niente a che fare con niente, e soprattutto con me.” Nonostante questa connessione, la traccia non ha mai perso il gradimento dei fan della band, probabilmente perché è pezzo davvero pazzesco.

Ritorno al passato

Sebbene i Beatles provenissero effettivamente dal rock’n’roll, avevano iniziato una carriera molto più vicina al pop agli inizi che con il rock’n’roll sembrava essere piuttosto distante. Parlando nel 1968, Paul McCartney, il compositore principale della canzone, disse della traccia: “Umm, che è nato solo perché avevo letto una recensione di un disco che diceva: ‘E questo gruppo ci ha fatto impazzire, c’è del riverbero su tutto, fanno veramente casino.” E ricordo solo di aver pensato:” Oh, sarebbe bello che lo facessimo anche noi. Peccato che lo abbiano fatto. Deve essere fantastico ‘E poi ho ascoltato il loro disco ed è stato abbastanza semplice ed è stato al contempo molto sofisticato”.

Erano davvero gli Who

Nel 1968, McCartney non era disposto a dire il nome della band in questione che lo aveva fatto innervosire, ma nel 1985 le possibili tensioni rivelarono che il gruppo in questione erano gli Who. Macca disse: “Gli Who avevano fatto qualche traccia che si avvicinava al rock’n’roll più rumoroso, più rauco, la cosa più sporca che abbiano mai fatto. Mi ha fatto pensare: “Giusto. Devo farlo. E abbiamo deciso di fare il numero di rock più rumoroso, più cattivo e più sudato che potessimo mai fare.”

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.