gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles: qual è il significato di Hey Jude?

Hey Jude rappresenta, senza dubbio, uno dei più grandi capolavori di sempre che siano stati realizzati da parte dei Beatles. La canzone in questione, candidata ai Grammy Awards per la canzone dell’anno, è stata pubblicata nel 1968, e inclusa nella raccolta omonima. Si tratta di una canzone che, nei suoi 7 minuti complessivi, riesce a raccontare molto, oltre che a fare la storia per i suoi significati e le sue parole. Scritto da Paul McCartney, il brano è stato accreditato sia a Paul McCartney che ha John Lennon, attraverso una pratica piuttosto comune nella storia dei Beatles. Nel volervi raccontare la storia di questo brano, vi indichiamo sia a chi questo stesso è stato dedicato, sia qual è il significato della canzone che è stata inserita all’ottavo posto nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi stilata dal Rolling Stones.

A chi è dedicata Hey Jude?

Nel prendere in considerazione l’oggetto di Hey Jude, vogliamo da prima sottolinea armi chi sia la persona a cui il brano stesso è dedicato, e che ha fatto parlare per anni. Il brano è stato ribattezzato tale per via di motivi fonetici, e fu scritto da Paul McCartney per confortare Julian Lennon, il figlio di John Lennon che risultava essere piuttosto triste a seguito del divorzio tra il padre e Cynthia Powell. Alcuni giornalisti hanno pensato che la canzone in questione derivassero un’esperienza personale di Paul McCartney, e risultasse essere una reazione rispetto al fallimento che c’era stato nell’ambito della relazione con Jane Asher; diversamente, invece, credeva John Lennon, che pensava di essere il destinatario del brano, come dichiarato da suo figlio Julian.

Il significato di Hey Jude

A questo punto, possiamo prendere in considerazione il significato di Hey Jude, pur soffermandoci all’idea secondo la quale è il brano funzioni comunque come dedica essenziale di Paul McCartney al figlio di John Lennon. Eppure, le esortazioni presenti all’interno del brano e le parole che costruiscono un testo meraviglioso possono far pensare a tutt’altro. Il brano inizia con le sollecitazione che porta ad assimilare le esperienze, al fine di convivere con le stesse dopo averle tatuate sulla propria pelle. In effetti, Hey Jude vuole basarsi proprio su questo concetto, che porta ad affrontare la vita e tutte le sue vicissitudini non in modo mischino e fugace, ma cercando di accorpare tutte le esperienze che la vita dona, per quanto queste stesse possano essere negative, affrontandole nel modo più significativo possibile.

Dal punto di vista strumentale musicale cioè suggerito anche dall’utilizzo di un’orchestra di 36 elementi, che confluisce nella realizzazione di un brano di oltre 7 minuti, che si basa anche sulla sezione finale, un vero e proprio capolavoro strumentale che si accompagna alle imprecazioni di Paul McCartney e alle incisioni di John Lennon. Insomma, il messaggio definitivo è quanto emozionante sia vivere, nonostante gli ostacoli e le difficoltà della vita, nonostante ogni negatività che potrebbe essere considerata come fatale.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.