Black Hole Sun compie 25 anni, cosa si nasconde dietro il celebre brano dei Soundgarden?

Il 13 Maggio 1994 usciva Black Hole Sun: probabilmente la canzone più conosciuta e cantata dei Soundgarden, una delle band più rappresentative della scena grunge. Ma cosa si nasconde dietro tutto il successo di questa canzone?

Black Hole Sun, la canzone scritta di getto da Chris Cornell

La canzone, come raccontò Chris Cornell in un’intervista del 2007, è stata scritta praticamente in un quarto d’ora: “Erano più o meno le 4 del mattino e stavo guidando per tornare a casa, ad un tratto mi è venuta in mente l’intera melodia. Per essere sicuro di non dimenticarla ho iniziato a cantarla in loop.” Ha spiegato il cantante. “Una volta arrivato a casa l’ho registrata su un registratore a cassetta e non l’ho risentita più. Il testo, invece, mi è venuto in mente il giorno dopo, ma anche quello ce l’avevo in testa dalla sera prima.”

Il brano lascia inizialmente Cornell col dubbio che non possa piacere agli altri componenti della band. Ma così non fu, fortunatamente: il percussionista Matt Cameron lo definì come un pezzo leggendario, per il chitarrista Kim Thayil fu invece come “un cucchiaio di zucchero che ti addolcisce la pillola”. Questo brano “apocalittico” dai contorni psichedelici si trasformerà presto in un mix perfetto tra grunge e pop.

Black Hole Sun: Miglior Interpretazione Hard Rock ai Grammy del 1995

Black Hole Sun è, senza ombra di dubbio, una delle canzoni più popolari degli anni novanta. La canzone, contenuta nell’album Superunknow, rimase per sette settimane in cima alle classifiche americane e ai Grammy del 1995 fu addirittura premiata come Miglior Interpretazione Hard Rock.

Pare che però Chris non gradì particolarmente l’attribuzione del Grammy. A suo parere la canzone non appartiene a quel genere: In verità non credo che ci sia heavy metal in Black Hole Sun. Mi sembra una stupidaggine: credono di aiutarci inserendola nella categoria hard rock, ma io la vedo solo come una presa in giro.”

Cosa si nasconde dietro il significato di Black Hole Sun?

Nel 1994 il frontman dei Soundgarden Chris Cornell, parlando del testo Black Hole Sun, l’ha definito un “innocuo gioco di parole senza un significato ben preciso”.

“La cosa più curiosa è che di solito le canzoni ottengono successo anche grazie ai testi nei quali una qualsiasi persona ci si può immedesimare o che, comunque, descrivono emozioni ben precise. Si, certo il ritornello è molto orecchiabile e affascinante, ma non ero molto sicuro di sapere cosa stessi scrivendo durante la composizione.Ha confessato il musicista statunitense durante l’intervista.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)