gtag('config', 'UA-102787715-1');

Bono Vox, ecco il leader degli U2 cosa pensò la prima volta che incontrò Freddie Mercury

Ve li ricordate i Queen quando arrivarono a livelli pazzeschi durante la loro esibizione di Live Aid del 1985? Ovviamente sì, dal momento che si tratta di una delle migliori esibizioni in live della band di Freddie Mercury, Roger Taylor, Brian May e John Deacon. Pensate che durante quel concerto c’erano veramente tutti (o quasi) i nomi più importanti del rock. Elton John, i Queen, i Dire Straits, David Bowie, Sting, gli U2 e molti altri. Soffermiamoci proprio sulla band di The Edge e del cantante Bono Vox. Vi raccontiamo di quella volta che il leader degli U2 incontrò Freddie Mercury e fu un evento piuttosto strano e particolare.

L’incontro tra Freddie Mercury e Bono Vox

I due non si erano mai incontrati prima. Alcune fonti dissero che Freddie Mercury aveva flirtato un po’ con Bono Vox, ma non fu proprio così. I due si incontrarono per la prima volta e decisero di chiacchierare subito del più e del meno. A fianco di Bono c’era sua moglie Ali Stewart nel backstage dello show allo stadio di Wembley e non ci fu nulla di strano. In effetti, Bono Vox incontrò Freddie Mercury per la prima volta nella sua vita e ricevette tantissimi complimenti, non solo da lui ma anche da altri lì presenti. Roger Daltrey, Pete Townshend (entrambi degli Who) e David Bowie erano tutti d’accordo con Freddie.

L’incontro e i complimenti

Bono, il leader degli U2, ha raccontato il momento in cui si sono incontrati: “Stavo camminando con mia moglie e Freddie Mercury mi ha preso da parte e ha detto: ‘Oh, Bo-No … è Bo-No o Bon-O?’ Gli ho detto, ‘È Bon-O “. In poche parole, il leader e frontman dei Queen non sapeva bene come chiamarlo. Freddie Mercury disse: “Vieni qui con me. Abbiamo tutti parlato, Roger [Daltrey] e Pete [Townshend] e David [Bowie], e siamo tutti d’accordo sul fatto che non ci siano più cantanti oggi, tutti gridano in questo periodo, ma tu sei un cantante.” Gli U2 non erano nati da molti e ricevere una gratificazione così grande da nomi già così grandi non era cosa da poco.

Bono Vox… un pulcino

Bono disse: “Ero contro un muro e lui ha messo una mano sul muro e mi stava parlando come se stesse chiacchierando con un pulcino. Mi ha fatto ridere, ma in quel momento mi stavo spostando nervosamente, con Ali e io che ci scambiavamo un’occhiata.” Non è un segreto che una volta che Mercury abbracciò completamente la sua sessualità, si divertisse a stuzzicare gli altri e fare qualche scherzetto. Il suo atteggiamento, tanto fuori dal palco quanto sul palco, era davvero incredibile e stranissimo, ma al contempo divertente e solare.

Freddie Mercury era strano

Bono ha aggiunto poi: “Ho pensato: “Wow, questo ragazzo è davvero strano.”In seguito lo stavo dicendo a qualcuno e ha detto:” Sei sorpreso? Si chiamano Queen! Ma sono rimasto davvero sorpreso. Non mi era venuto in mente che fossero così”. Ma del resto, aveva appena ricevuto i complimenti da una delle rockstar più importanti di sempre, all’apice della loro carriera live, non poteva lamentarsi granché.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.