gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian Johnson e quell’album di Bob Dylan: “L’ho rubato perché…”

Il mondo della musica è certamente popolato di alcune delle storie più interessanti e curiose di sempre. Quella di oggi riguarda l’iconico frontman degli AC/DC, Brian Johnson, e il cantautore statunitense Bob Dylan. Sebbene i due musicisti appartengano a mondi artistici molto diversi, le loro storie si sono incrociate tempo fa. Ripercorriamo il giorno in cui Johnson ha rubato un album di Bob Dylan. E scopriamone soprattutto il motivo.

BRIAN JOHNSON, LE ULTIME DAL MONDO DEGLI AC/DC

Come sappiamo bene tutti Brian Johnson ha militato negli AC/DC – dopo la prematura scomparsa di Bon Scott – fino al 2016. Quell’anno è stato allontanato per dei gravi e invalidanti problemi all’udito. Al suo posto è stato scelto Axl Rose, già cantante dei Guns N’ Roses – ufficializzato da Angus Young in occasione del Coachella Festival dello stesso anno.

Qualche tempo fa tuttavia sono cominciate a circolare delle foto che vedevano i membri degli AC/DC, compreso Johnson, fuori da uno studio di registrazione di Vancouver. L’hype dei fan e del pubblico era salito alle stelle, nell’attesa che la band smentisse o confermasse ciò che stava accadendo. In breve tempo, tra notizie e indiscrezioni che si sono rincorse per mesi da una parte all’altra del panorama musicale, è stato ufficializzato il ritorno di Brian Johnson come cantante della band australiana.

AC/DC, IL PRIMO ALBUM MAI POSSEDUTO DA BRIAN JOHNSON

Il grande ritorno di Brian Johnson nella band degli AC/DC ha fatto sicuramente la gioia dei fan e del pubblico. Tanto più che, dopo Bon Scott, il vocalist è percepito come parte integrante della band australiana. In un’intervista rilasciata per AXS TV, Johnson ha parlato approfonditamente delle sue principali ispirazioni in ambito musicale e dei suoi anni di formazione.

Nella stessa intervista il pubblico ha avuto modo di scoprire il primo album in assoluto posseduto dal cantante degli AC/DC. Anche se il modo con cui se n’è appropriato è decisamente fuori dalle righe.

BRIAN JOHNSON: “HO RUBATO UN ALBUM DI BOB DYLAN”

“Il primo album che ho comprato, beh no, in realtà l’ho rubato – esordisce così Brian Johnson nella sua intervista riportata anche da Ultimate Classic Rockperché la mia ragazza dell’epoca era di Newcastle e lavorava in un negozio di dischi”. Il primo lavoro discografico mai posseduto dal cantante di You Shook Me All Night Long, era dunque un oggetto rubato.

“Lei mi ha detto: “Sai che c’è, laggiù c’è un album che nessuno compra – continua a svelare Brian Johnsonè terribile. Se vai laggiù e lo prendi…” e io l’ho fatto ed era Freewheelin’ di Bob Dylan“. Il cantante ha poi concluso il suo racconto, svelando di come abbia tentato di nascondere il vinile sotto la maglietta e di uscire dal negozio come se nulla fosse. Nonostante la scarsità di vendite a Newcastle, l’album di Bob Dylan si rivelerà un grande successo per il cantante statunitense, permettendogli di spiccare tra i tanti musicisti folk dell’epoca. Basti pensare che Freewheelin’ si apre con Blowin’ in the Wind, ad oggi uno dei più importanti manifesti della storia della musica.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.