gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May: “Freddie ignorò le mie preoccupazioni su questo brano”

Freddie Mercury ha costruito per sé stesso e per l’iconica band che ha rappresentato per decenni, un’immagine particolarmente oltraggiosa che, nel corso degli anni, ha contribuito a slanciare la sua meravigliosa carriera artistica accanto ai Queen. Insieme a Brian May, Roger Taylor e John Deacon, il leggendario frontman ha scritto alcuni tra i brani più rappresentativi nella storia del Rock, prima della sua tragica morte, nel 1991. Il chitarrista del gruppo, ha recentemente ricordato di uno dei brani più famosi dei Queen e delle preoccupazioni sorte in vista della sua pubblicazione.

Come sappiamo, Brian May sta condividendo una serie di micro-concerti sul suo profilo Instagram, per allietare i momenti degli oltre 2 milioni di fan che lo seguono sul social. Così, la star dei Queen ha creato una sorta di ambiente raccolto, nonostante le enormi proporzioni che ha assunto, per condividere direttamente da casa, le sue memorie su alcuni dei momenti migliori nella storia dei Queen. Nel video in questione, Brian May ha preso in esame il riff della hit del 1976, Tie Your Mother Down. Nel filmato, il mitico chitarrista spiega il riff agli appassionati che lo seguono, mentre nella didascalia, ha esposto i momenti salienti che hanno caratterizzato la stesura del brano.

Così, May scrive: Un riff ideale per chi comincia. L’ho scoperto durante un’escursione a Tenerife, quando ero uno studente e vivevo negli alloggi di un osservatorio. Le parole si susseguono veloci nella mente,’Tie Your Mother Down'”, scrive May che, intanto, continua: “Ricordo che quando Freddie ascoltò il frenetico giro che compone il brano, gli piacque moltissimo”.

Le preoccupazioni di Brian May riguardo il brano

Brian May si è detto incline a cambiare il titolo del brano per non incorrere in problemi di censura in vista della pubblicazione. Ovviamente giustificate, le preoccupazioni del chitarrista non vennero minimamente prese in considerazione dall’esplosivo leader della band che, della dissacrazione, fece costante uso nell’opera del gruppo, rendendola, senz’altro, unica. Alla luce dei fatti, quindi, a Brian May non rimase che scrivere il testo della canzone che, come sappiamo, tratta delle incontrollabili angosce giovanili.

Mi reputo ancora un teenager, almeno emotivamente parlando. Quindi, per me, la canzone ha ancora perfettamente senso”, ha continuato May. Tie Your Mother Down fu il singolo di punta del disco dei Queen del 1976, A Day At The Races. Poco dopo la sua pubblicazione, divenne un cavallo di battaglia nelle straordinarie esibizioni dal vivo della band.

Con un altro post, Brian May ha ravvisato i suoi fan riguardo l’emergenza sanitaria mondiale. Ormai settantaduenne, il chitarrista è un soggetto a rischio, vista l’età. May sta, quindi, trascorrendo il suo periodo di auto isolamento della durata di ben 12 settimane, rassicurando i suoi follower e utilizzando la musica come un mezzo d’espressione per incoraggiare sé stesso e gli altri ad osservare le buone norme di salvaguardia, nell’auspicio che questo periodo termini il prima possibile.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)