gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May, la storia di come la leggenda del rock entrò a fare parte dei Queen

Brian May è sempre stato il chitarrista e uno dei membri fondatori insieme al batterista Roger Taylor. Andiamo a leggere insieme in che modo la leggenda del rock entrò a fare parte dei Queen. Il Nostro ha sempre affermato che i Queen gli hanno salvato la vita e che il potere della loro musica derivava dalla tensione creata dalle quattro personalità intriganti della band. Il chitarrista ha rivelato che erano sempre vicini alla rottura e che questa particolare sensazione li ha sempre fatti andare avanti in maniera incredibile. Ma come sono nati effettivamente i Queen.

Le influenze dei Queen e di Brian May

May ricordato che il suono dei Queen proveniva dall’essere stato influenzato da una vasta gamma di musicisti, ma anche dall’impegno personale per essere sempre più bravo tecnicamente. Ha detto: “I Beatles sono stati la nostra Bibbia per quanto riguarda la composizione musicale, arrangiamento e produzione. The White Album è un catalogo completo su come utilizzare uno studio per costruire delle canzoni insieme. “Happiness Is a Warm Gun” e “Dear Prudence” sono esempi perfetti di come la musica possa essere in grado di fare grandi cose, come dipingere un’immagine su una tela. Siamo diventati appassionati nel “costruire” brani in studio, ma anche per farli prendere vita su un palcoscenico.”

Le difficoltà iniziali di diventare un chitarrista

May ha ricordato i difficili primi anni in cui mirava a diventare un chitarrista a tempo pieno. I suoi primi anni erano complessi e la sua vita prevedeva sessioni di prove segrete perché “la politica della scuola era che suonare la chitarra fosse immorale e illegale, come opera del diavolo”. Il momento peggiore è arrivato quando ha detto a suo padre che voleva diventare un chitarrista professionista. Suo padre, di solito un uomo molto gentile e aperto alle idee anche bizzarre del figlio, non fu assolutamente contento. May ha ricordato: “Era molto contrario ed era davvero a pezzi. È stata una cosa molto toccante e ci siamo parlati a malapena per circa un anno e mezzo.”

Gli inizi musicali pre-Queen

All’inizio Brian May aveva una chitarra da Flamenco amplificato da un pick-up costruito da lui stesso e dal padre. Tra gli altri strumenti, sonava anche il pianoforte, l’ukulele e il banjo. Alla fine del 1965, quando il nostro era ancora giovane, terminò la realizzazione della sua Red Special, la celebre chitarra simbolo della musica dei Queen. All’inizio la leggenda del rock in questione suonava con Tim Staffell in una band chiamata Smile, in cui suonava anche Roger Taylor. Era ancora distante il periodo in cui sarebbe arrivato Freddie Mercury.

Il post Tim Staffell e l’inizio dei veri Queen

Tim Staffell decide di ritirarsi dal gruppo e fu così che lui decise di chiamare Freddie Mercury, amico di Staffell, come novo frontman. Nel 1971 proprio Brian May decise di chiamare John Deacon al basso. Il resto è storia della musica rock contemporanea, mentre il chitarrista dei Queen studiava Fisica e Astronomia all’Imperial College London. Possiamo dire che la musica aveva bisogno di un musicista come Brian May negli anni Sessanta, un personaggio tanto particolare quanto bravo e geniale.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.