gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May e Roger Taylor suonano insieme We Are The Champions

Sin dalla conclusione dell’ ultima kermesse del Rhapsody Tour, che ha visto i Queen e Adam Lambert in giro per l’Asia e l’Oceania; i leggendari membri superstiti del gruppo, Brian May e Roger Taylor, si sono sottoposti all’auto isolamento cui, il mondo intero, è soggetto a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19. Come sappiamo, il mitico chitarrista dei Queen ha condiviso sul suo profilo Instagram un serie di mini concerti per intrattenere i suoi milioni di fan durante il lockdown, provando a tenerne alto il morale.

Ispirandosi all’amico e collega, anche Roger Taylor ha deciso di allietare i suoi follower con delle mini lezioni di batteria. Per quasi un mese, gli appassionati dei Queen, hanno auspicato per una jam virtuale tra i due membri originali dei Queen.

Entrambi, ovviamente, hanno condiviso la clip sui rispettivi profili. Brian May e Roger Taylor hanno suonato, per l’occasione, l’iconica hit dei Queen, We Are The Champions. Questa, è stata la prima volta in cui i due musicisti hanno suonato insieme, seppur virtualmente, dopo l’ultima data australiana del tour. I due membri sopravvissuti dei Queen avrebbero dovuto continuare il loro tour insieme ad Adam Lambert nel Regno Unito e in Europa, alla fine di maggio. A causa della pandemia, però, i concerti sono stati spostati in date similari nel 2021.

Le parole di Brian May dopo la sospensione del tour

Dopo aver annunciato che le date estive del tour dei Queen e Adam Lambert, sono slittate al prossimo anno, la band ha rilasciato un comunicato, nel quale Brian May ha espresso il suo rammarico: Siamo davvero tristi a dover annunciare la sospensione dei nostri spettacoli estivi in Europa, ma viste le circostanze critiche nelle quali verte il mondo, non dovrebbe sorprendere nessuno”.

Il chitarrista dei Queen ha rivelato di provare forte nostalgia nei confronti del passato dicendo: “Le scene incredibili dei nostri concerti, risalgono a pochissimo tempo fa, eppure, adesso, sembra quasi un miraggio nel deserto. Siamo stati molto fortunati a poter completare il tour, riuscire a finire i nostri show pochissimo prima che la pandemia gettasse il mondo nella situazione in cui si trova ora, per noi, è un motivo di consolazione”.

Dopodiché, Brian May si è rivolto ai suoi fan, spendendo parole di cordoglio ed empatia: “So che molti di voi, li fuori, stanno vivendo momenti di amaro sconforto. Ovviamente, se avessimo potuto, avremmo continuato a suonare per voi dal vivo. La buona notizia è che abbiamo escogitato un piano B per preservare gli istanti di musica che avremmo voluto regalarvi. Se scegliete di conservare i vostri biglietti, infatti, questi saranno ancora validi per le nuove date, nella speranza di poter tornare il prima possibile”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#jamwithBri. #jamwithBriandRog

Un post condiviso da Brian Harold May (@brianmayforreal) in data:

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)