gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May: “Sono fortunato ad essere sopravvissuto all’infarto”

Il leggendario chitarrista dei Queen, Brian May, ha consacrato il suo nome all’eternità attraverso i virtuosismi impressionanti con cui ha rivestito di brillantezza l’opera eclettica dell’iconica band un tempo capitanata da Freddie Mercury. L’eroe della sei corde si è dimostrato uno stacanovista assoluto nel corso degli anni. Sin dagli albori dei Queen, infatti, May ha lavorato duramente accanto ai suoi compagni per scrivere il proprio nome negli annali del Rock. Dopo la morte di Freddie Mercury, la sua prerogativa è stata quella di mantenere viva la memoria dell’amico scomparso, portando la band avanti coadiuvato da Roger Taylor e, dal 2013, da Adam Lambert.

Brian May è un chitarrista carismatico e, oltre tutto, uno dei più ammirati dalla comunità di riferimento e dai principali artisti che annoverano le scene contemporanee. Il suo apporto sul mondo della sei corde è profondissimo e, per questo, continua a raccogliere milioni di fan in tutto il mondo. Durante il periodo di pandemia, nella prima metà del 2020, il chitarrista aveva allietato i suoi follower su Instagram attraverso una serie di mini concerti straordinari per quanto coinvolgenti. Purtroppo, però, Brian May dovette interrompere bruscamente i suoi rapporti con i fan a causa di un infarto per il quale ha rischiato la vita. Fortunatamente, la leggenda della sei corde è, ormai, fuori pericolo, ma dopo non poche complicazioni. Nel corso di una recente intervista, Brian May si è detto molto fortunato per essere sopravvissuto all’infarto e a ciò che ne è conseguito; di seguito, abbiamo riportato le sue parole.

Le parole di Brian May sul suo infarto

Il chitarrista dei Queen, ormai settantatreenne, venne colpito da un infarto nel maggio del 2020. Brian May riportò tre arterie bloccate e venne sottoposto ad un difficile intervento di angioplastica. All’epoca, il guitar hero non si perse d’animo e rassicurò i suoi fan dicendosi pronto a tornare in scena. L’infarto a cui Brian May è sopravvissuto, però, ha portato il chitarrista ad affrontare numerosi problemi di salute, tra cui un’emorragia allo stomaco.

Di recente, Brian May è apparso in TV, a Good Morning Britain, per affrontare le tematiche più disparate. Il chitarrista si è soffermato sul suo stato di salute e sul futuro della sua musica, spiegando che fino a poche settimane fa, si trovasse ancora nel bel mezzo di un’ardua scalata verso la totale ripresa. Durante il colloquio, Brian May ha detto: “Sono stato abbastanza male e le conseguenze dell’intervento sono state pesanti, rimettermi in forze è stato difficile. Sono stato molto fortunato a sopravvivere all’infarto, qualche anno fa sarebbe stato impossibile”.

Inoltre, Brian May ha parlato della sua nuova routine di esercizi che, non solo gli ha permesso di rimettersi dopo l’intervento e le sue aspre conseguenze, ma di intraprendere uno stile di vita ancor più salutare di quello che già conduceva. Infine, il leggendario chitarrista ha ringraziato sua moglie, Anita Dobson, per essersi occupato di lui nei mesi più difficili, spiegando di avergli salvato la vita con la gentilezza con cui l’ha curato.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)