gtag('config', 'UA-102787715-1');

Canzoni sullo spazio: Rock Stars o Star’s Rock?

Guardare le stelle risveglia le fantasie e i sogni di molti. L’Universo e le sue stelle sono stati, e sono ancora, fonte di ispirazione per artisti di ogni epoca. Anche nell’ambito della musica questo ragionamento non fa una grinza: dal rock puro all’elettronica, da un’età musicale all’altra, uno dei fattori comuni è quello delle canzoni sullo spazio. Ne abbiamo selezionate cinque che vi faranno viaggiare con la mente.

Space Truckin’ – Deep Purple

Un’astronave che attraversa lo spazio aperto: questo il trend di uno dei brani più celebri dei Deep Purple, presente nell’album del 1972 Machine Head.

L’ascoltatore viene catapultato in un mondo fatto di viaggi interstellari, ma anche di feste e divertimento su Venere. Il ritmo è incessante e ripetitivo, atto quasi a farci sentire come nello spazio, in assenza di gravità.

Walking On The Moon – The Police

Tra le canzoni sullo spazio non si può non escludere Walking On The Moon dei Police. Secondo singolo dell’album “Reggatta De Blanc”, non nasce propriamente come un brano dedicato allo spazio, anzi Sting nella sua biografia afferma che la canzone gli fu in parte ispirata da una sua vecchia fiamma: Deborah Anderson…. Ma la storia d’amore descritta provoca proprio la sensazione di assenza di peso provata dagli astronauti, poiché essere innamorati è come essere esenti dalla forza di gravità.

Rocket Man – Elton John

Rocket man è uno dei tanti successi del cantautore britannico Elton John, scritto nel 1972 da Bernie Taupin (paroliere e socio di Elton).

Erano gli anni successivi allo sbarco sulla Luna, ed erano i giorni del lancio di Apollo 16. La canzone descrive i sentimenti contrastanti di un astronauta, ridimensionandoli: l’astronauta protagonista, infatti, non è visto tanto quanto un “eroe”; piuttosto come un uomo che svolge il proprio mestiere come se fosse un’occupazione quotidiana, la cui una moglie gli ha preparato le valigie la sera prima, che ha nostalgia di casa e soffre di solitudine.

Contact – Daft Punk

Di genere completamente diverso rispetto alle precedenti, Contact dei Daft Punk entra di diritto nella nostra classifica di canzoni sullo spazio. All’inizio della canzone, presente nell’album Random Access Memories, si sente la voce di un astronauta che parla di una sorta di UFO nello spazio.

A quanto pare i Daft Punk chiesero alla NASA una trascrizione da utilizzare all’inizio della canzone, così gli concessero questo estratto della missione Apollo 17. Quella voce appartiene quindi a Gene Cernan, comandante della missione, mentre era diretto verso la luna nel Dicembre del 1972 insieme ai suoi compagni astronauti Jack Schmitt e Ronald Evans.

Space Oddity – David Bowie

Space Oddity, famosissimo singolo di David Bowie è ispirato al film “2001, Odissea nello spazio”, di Stanley Kubrick e agli avvenimenti che hanno avvicinato l’uomo alla luna. “Stranezza Spaziale”, è, in conclusione, una riflessione sulla condizione degli astronauti e del loro percorso, durante il quale si trovano inesorabilmente soli e disorientati dinanzi alla vastità dello spazio.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)