gtag('config', 'UA-102787715-1');

Chester Bennington: L’ex moglie ottiene il 50% sui diritti d’autore

Era il 20 luglio 2017 quando venne diffusa la notizia che il cantante dei Linkin Park, Chester Bennington, aveva perso la vita dopo un gesto estremo. Ci sono delle novità circa la sua “eredità”, l’ex moglie avrebbe infatti ottenuto il 50% sui diritti d’autore del cantante. Una mossa che sicuramente genererà discussioni tra i fan di Bennington.

I diritti d’autore di Chester Bennington

Secondo quanto riportato da TMZ, l’ex moglie di Chester Bennington, Samantha Olit, avrebbe ottenuto il 50% dei diritti d’autore del cantante. I due si conobbero nel 1996, mentre la donna lavorava ad un fast food ed il 31 ottobre dello stesso anno si sposarono. Dalla loro unione è nato Draven Sebastian il 19 aprile 2002. I due hanno poi divorziato il 2 maggio 2005 e Bennington si è risposato il 31 dicembre successivo con la modella di Playboy Talinda Bentley.

Bennington aveva lasciato la sua eredità ai suoi sei figli Lila, Lilly, Isaiah, Tyler, Draven e Jaime, oltre che alla vedova Talinda Bennington. Samantha Olit presentò subito un reclamo, che a quanto pare sembra essere stato accolto. La Olit otterrà il denaro proveniente dai ricavati dal merchandising, i diritti delle canzoni di Bennington e una parte di quelli relativi ai master originali della sua musica.

La morte del cantante

Il 20 luglio 2017 Bennington è stato trovato senza vita nella sua residenza a Palos Verdes Estates in California. Secondo quanto riportato dal medico legale, il cantante si sarebbe suicidato tramite impiccagione. Negli ultimi giorni prima di compiere quel gesto, Chester appariva sorridente e spensierato. Il funerale di Bennington si svolse il 29 luglio al South Coast Botanic Garden di Palos Verdes Estates, a cui hanno presenziato oltre ai familiari e i componenti dei Linkin Park, anche diversi musicisti che hanno suonato con il gruppo nel corso degli anni.

Samantha Olit dichiarò nel 2017,dopo aver presenziato al funerale di Chester, che a lei e a suo figlio Draven era stato impedito di parlare, con la funzione in sé che sembrava più un festival che un funerale, con grande “mancanza di rispetto e di onestà” da parte di Talinda Bennington. Le due sembrano odiarsi, ed è molto probabile che la situazione non si risolverà molto facilmente, proseguendo la disputa per vie legali.

Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.