Come i King Crimson hanno influenzato i Pink Floyd

I King Crimson sono stati tra i più grandi gruppi progressive rock della storia. Indubbiamente moltissimi li ricorderanno per il loro album del 1969 In the Court of the Crimson King. La copertina di quel disco è una delle più riconoscibili della storia della musica. Vediamo come il loro grande capolavoro ha influenzato un’altra band progressive ma che avuto più successo, ossia i Pink Floyd.

Cos’è il progressive?

Preambolo: dare una definizione di progressive (rock, metal ecc) è piuttosto complicato. Si tratta di un’evoluzione del rock psichedelico degli anni ‘60, un genere influenzato dall’assunzione di droghe allucinogene e psicotrope. Il progressive rock si basa su una presa di posizione molto culturale e poetica verso la musica stessa (come l’art rock).

Inoltre, le strutture metriche NON sono uniformi, possono esserci lunghi assoli di batteria/chitarra/violini come lunghi minuti di silenzio. Non ci sono solamente i classici chitarrabassobatteriavoce, ma si possono comprendere anche strumenti sinfonici ed elettronici. Infine, i brani (dette anche suite in alcuni casi) possono durare anche 30 o 40 minuti.

In the Court of the Crimson King

Siamo verso la fine degli anni Sessanta. I King Crimson non avevano ancora pubblicato il loro album più famoso ma si erano già fatti notare nei live. La critica musicale però non li apprezzava particolarmente e il pubblico non era forse pronto. Fu il 1969 l’anno di svolta (e non solo per la band).

In the Court of the Crimson King fu l’inizio del cambiamento. L’inizio di un tipo di rock stravagante e nuovo, nuovissimo. Il fondatore dei King Crimson Ian McDonald (insieme a Robert Fripp) aveva subito compreso di aver creato qualcosa di unico e che avrebbe cambiato la musica. Ma non hanno mai considerato di essere prog-rock, per loro era solo una stupida etichetta.

I Pink Floyd

Anche la band di Waters e compagni era Progressive. In misura diversa e magari meno dissonante dei King Crimson. I Pink Floyd erano spesso più gentili ed eleganti (basti pensare a Breathe o If). L’elemento che però va considerato è il fatto che i King Crimson non riuscirono più a raggiungere i vertici di critica/di pubblico e di vendite del loro primissimo album. I Pink Floyd invece sì.

I Pink Floyd presero il Progressive dei King Crimson e lo trasformarono, si evolsero e misero la loro impronta personale. Ecco perchè il genere dei Pink Floyd è considerato il punto di mezzo tra Progressive e Neoprogressive. Difficile quindi associarli ad un unico genere preciso.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.