Come si sono formati gli Slipknot?

Gli Slipknot sono una delle band più importanti e significative negli ultimi anni della storia della musica. Si può, addirittura, affermare insieme a pochi altri elementi rappresentino nel modo migliore possibile la musica contemporanea, non soltanto dal punto di vista artistico ma anche dal punto di vista prettamente comunicativo e dell’immagine. In effetti, gli Slipknot sono diventati famosi anche e soprattutto grazie all’utilizzo delle loro maschere, che li rendono incredibilmente riconoscibili sul palco e non solo. L’evoluzione della band nel corso degli anni ha caratterizzato, comunque, anche il progressivo evolversi della loro musica, del loro modo di concepire l’arte e soprattutto il modo di realizzare album studio che hanno fatto la storia. Ma tornando alle origini della formazione, vogliamo parlarvi dei primi anni della band e soprattutto di come la formazione stessa si sia formata. Ecco, dunque, come si sono formati i Slipknot e quali sono stati i primi anni della band.

La nascita degli Slipknot nel 1993

Prima di entrare nel dettaglio dei vari anni e dei cambi di formazione che ci sono stati nel corso dei diversi mesi, prima che gli Slipknot ottenessero il successo che li ha contraddistinti, c’è da anticipare che, per l’appunto, la formazione completa che oggi possiamo osservare e che ha realizzato l’ultimo album in studio della band, We Are Not Your Kind, è frutto di diversi cambiamenti e continui avvicendamenti tra i membri della band.

In effetti, il primo nucleo degli Slipknot è nato nel 1993, Grazie all’iniziativa di Shawn Crahan, Joey Jordison e Paul Grey. Inizialmente, il primo cantante degli Slipknot fu Anders Colsefini, mentre il primo chitarrista Donnie Steele. La caratteristica principale della prima formazione degli Slipknot era il nome: in effetti, la band non aveva ancora il suo nome che sarà fondamentale nel successo degli anni successivi, ma utilizzò diversi nomi come Ones e Pyg System, oltre che Meld. Soltanto alla fine la scelta ricade su Slipknot, che in italiano significa nodo scorsoio. La prima formazione stabile ci fu 2 anni dopo, nel 1995, e diede il via alla pubblicazione del primo materiale che circolò attraverso il demo Mate. Feed. Kill. Repeat., che venne distribuito in circa 1000 copie. L’interesse mediatico non era ancora piuttosto elevato ma le prime etichette discografiche si interessarono alla band, pur con diverse controversie. In effetti, nonostante l’interesse di diverse etichette, ci fu da discutere circa la natura e il significato dei testi.

A seguito di numerosissimi cambi di formazione che portarono all’entrata nella band di Corey Taylor, Mick Thomson and Sid Wilson, i Slipknot decisero di perseguire con l’ideale dell’heavy metal, per creare un vero e proprio muro sonoro attraverso l’utilizzo di ben tre percussionisti. Nel 1998 venne registrato il demo Slipknot, che contiene alcuni dei primi successi della band.

Il primo successo commerciale degli Slipknot

Tuttavia, bisogna aspettare almeno al 1999 per guardare al primo successo degli Slipknot. In effetti, l’anno che precede il nuovo millennio è quello in cui la band pubblica l’omonimo primo album in studio, anche se con l’utilizzo di alcune tracce che erano già state utilizzate nei demo di anni prima. Il disco divenne molto velocemente, in circa tre mesi, disco di platino negli Stati Uniti, e riuscì ad ottenere gli elogi di diversi quotidiani metal.

Il grande successo degli Slipknot fu garantito anche dalle preziose collaborazioni che ci furono intorno agli anni duemila, e che li videro suonare insieme a System Of A Down, Rammstein e Mudvayne. Da quel momento in poi gli Slipknot otterranno tutto quel successo che li ha contraddistinti durante la loro carriera e che li ha portati a diventare una delle formazioni più importanti di sempre nel mondo dell’heavy metal e del rap metal.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.