Come sta Ozzy Osbourne?

Ozzy Osbourne non muore mai, è un mutante (e ne abbiamo parlato qui). Ma ha anche ammesso di essere stato in difficoltà. E vorremmo ben vedere, a più di 70 anni. All’inizio del 2019 zio Ozzy è caduto dalle scale e si è gravemente ferito, proprio durante il No More Tours, forse il suo ultimo tour dal vivo. Sentiamo cosa ha detto sulla sua riabilitazione fisica (aspettatevi gli UFO).

Ozzy “mai domo” Osbourne

Il Nostro, per sua stessa ammissione, temeva di essersi rotto il collo. Fu sua moglie, Sharon, a sorprenderlo in bagno a seguito della caduta e a portarlo in ospedale. Per due mesi rimase in terapia in una camera d’ospedale per riprendersi. Erano migliaia i fan in attesa non solo per sapere news sulla sua salute, ma anche per assistere alle date mondiali del suo ultimo tour (e forse l’ultimo).

Non era la prima volta che Ozzy aveva rimandato, per causa di forza maggiore, alcune date. Ad ottobre era stato operato alla mano destra per una pesante infezione che ha causato una brutta polmonite. Ha subito poi un’altra caduta che ha compromesso alcune placche di metallo che aveva dal 2003, anno dell’incidente in quad. Attualmente si sta riprendendo. Tornerà sempre più forte. In fondo, quante volte Ozzy ha sconfitto la morte?

“Tutto ciò che toccavo diventava m****a”

L’ex frontman dei Black Sabbath ha incrociato le dita dopo tutti questi incidenti, soprattutto dopo il pauroso incidente del 2003 in cui si ruppe costole, clavicola sinistra e una vertebra. Le lesioni e i dolori erano lancinanti e si protraggono ancora adesso, soprattutto nel collo. Ozzy ha dichiarato: “Non posso descrivere la sensazione indifesa che ho avuto. Ho dovuto avere infermiere, giorno e notte. Ringrazio Dio di non essermi paralizzato quando ho avuto quell’incidente. Tutto quello che toccavo diventava m****a”

Ozzy è costretto, ancora oggi, a uscire con un bastone da passeggio. Ciò ha sviluppato alcuni coaguli di sangue nelle gambe e deve prestare notevole attenzione. Ma Ozzy non ha perso il suo spirito sardonico, ironico e sarcastico. Ha ammesso, scherzosamente, di non avere molte speranze ma che passa il tempo guardando la Tv. Ha scoperto un interesse verso i documentari e soprattutto UFO e alieni (come quella fase strana di Robbie Williams a metà anni 2000).

Nuovi brani?

Ovviamente i compagni del passato, come Tony Iommi, non hanno fatto mancare la loro vicinanza fisica e morale. Questo clima lo ha ispirato, a quanto pare. Ozzy ha ammesso di aver registrato 9 idee di canzoni e il prossimo album si chiamerà Recuperation (ironico, no?). Ottimista come sempre. Pronto a ri-disegnare il suo futuro.

Vi ricordiamo che Ozzy sarà all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO) il 20 marzo 2020. Ci sarete?

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.