concerto in onore di freddie mercury

26 anni fa il Freddie Mercury Tribute | Il concerto in onore di Freddie Mercury

Il 24 novembre del 1991 ci lasciava Freddie Mercury, uno degli artisti più completi, innovativi e che meglio incarnavano lo spirito rock. La sua scomparsa destabilizzò così tanto la musica e il suo ambiente che, in suo onore, si tenne un concerto importantissimo. Era il 20 aprile del 1992, esattamente 26 anni, che si teneva, al Wembley Stadium di Londra, il Freddie Mercury Tribute, il concerto in onore di Freddie Mercury.

La storia di una scomparsa di Freddie Mercury

“Desidero confermare che sono risultato positivo al virus dell’HIV e di aver contratto l’AIDS. Ho ritenuto opportuno tenere riservata questa informazione fino a questo momento al fine di proteggere la privacy di quanti mi circondano” è, questa, parte del comunicato stampa che Freddie Mercury rilasciò a Jim Beach, manager dei Queen, per far sì che venisse consegnato alla stampa.

Il leader dei Queen tenne nascosta fine alla fine della sua vita, nonostante le numerose pressioni dell’opinione pubblica e del giornalismo, la sua malattia. La band lo scoprì soltanto nel 1989, ma nonostante ciò la carriera musicale di Bulsara non si interruppe. L’ultimo brano che incise fu Mother Love, il 22 maggio del 1991. Dopo, il leader fu impossibilitato a continuare, per via dei numerosi problemi fisici che gli impedivano di poter svolgere la sua attività.

E’ da sottolineare, senza troppa ipocrisia, l’atteggiamento del cantante. La dedizione al lavoro, la voglia di apparire sempre al meglio, la fortissima passione per la musica che non erano scomparse neanche nel momento di maggior difficoltà. Freddie Mercury continuò a suonare anche quando scoprì di essere malato. Eppure, allo stesso tempo, si curava in segreto, per far sì che nessuno scoprisse della sua malattia, proprio per proteggere quella privacy di cui fa cenno nella nota.

Morì, di fatto, 24 ore dopo il suo comunicato, alle 18.48 del 24 novembre 1991. Aveva 45 anni.

Il concerto in onore di Freddie Mercury

Si tenne il Lunedì dell’Angelo del 1992, esattamente 26 anni fa, il concerto in onore di Freddie Mercury. Il concerto si svolte al Wembley Stadium di Londra, luogo certamente non casuale. Nello stesso stadio, infatti, i Queen tennero un concerto che venne registrato, nel 1986. Fu uno dei concerti più belli e importanti della band britannica, così come storico fu quello in onore di Freddie.

Il concerto fu trasmesso in mondovisione, e si stima abbia ottenuto un totale di più di un miliardo di spettatori in tutto il mondo. In Italia, ad esempio, l’evento fu trasmesso grazie al contributo di Videomusic e StereoRai. Tutto ciò che fu guadagnato fu prontamente devoluto in beneficenza all’associazione The Mercury Phoenix Trust, associazione di volontariato, naturalmente in lotta contro l’AIDS.

Per capire il calibro e l’importanza dell’evento basti capire che, nel giorno stesso in cui furono messi in vendita i tagliandi, essi furono acquistati in quattro ore: eppure, il pubblico non sapeva neanche chi avrebbe suonato con i restanti Queen. Ed è proprio negli artisti che troviamo il bello: Guns N’ Roses, Metallica, Extreme, Bob Geldof, Elizabeth Taylor. Con i Queen invece suonarono Axl Rose, James Hetfield, Robert Plant, David Bowie e Annie Lennox, Roger Daltrey con Tony Iommy, Elton John, Zucchero e tanti altri.

Un concerto bellissimo, che meglio non poteva onorare la figura di uno degli artisti più importanti della storia dela musica.

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.