gtag('config', 'UA-102787715-1');

Corey Taylor: “Ecco perché gli Slipknot fanno infuriare le persone”

Gli Slipknot sono tornati a far parlare molto di sé nell’ultimo periodo; ma questa volta, lo fanno nel migliore dei modi. La band simbolo del Nu Metal, proveniente da Des Moines, nello stato dell’Iowa, sta vivendo un periodo particolarmente florido, grazie al quale, sia i singoli membri del gruppo che il clima collettivo, riescono a trarre un meraviglioso, quanto meritato beneficio.

Dalla proclamazione del giovane Jay Weinberg come miglior batterista Metal, fino a quella di Jim Root e Mick Thompson come miglior coppia di chitarristi nel genere, arrivando al mostruoso successo del loro ultimo album, We Are Not Your Kind, con cui il gruppo ha irrotto nelle classifiche di tutto il mondo, riportando tematiche aspre e violente in auge sulla scena mainstream. Il Leader degli Slipknot, Corey Taylor ha, di recente, rilasciato un’intervista per Alternative Press nel quale, il cantante, esprime la sua opinione riguardo alle persone che odiano il suo gruppo.

Nel corso di uno dei loro ultimi concerti, Corey si è visto costretto a mandare via un altro dei suoi fan dalla platea. Incidenti simili, accadono spesso durante i concerti degli Slipknot. Durante il colloquio, il mitico frontman ha dichiarato che, a detta sua, in molti non riescano ad apprezzare la sua band, arrivando al punto di odiarla perché non ha scelto di non rimanere ancorata agli schemi del passato.

Perché le persone odiano gli Slipknot?

Il cantante ha aggiunto che, secondo la sua opinione, la gente sarebbe della ferma convinzione che, band come gli Slipknot dovrebbero rimanere ancorate ai trascorsi, in modo da soddisfare i propri fan più conservatori, rimasti affascinati dai gloriosi quanto irruenti esordi del gruppo. “Le persone hanno dimenticato quanto talento dimostrammo di avere. Erano tutti sbalorditi da noi, non ho mai visto i presupposti per rimanere impantanati nel nostro stile del passato, per quanto questo possa aver funzionato”.

Successivamente, Corey Taylor ha espresso il suo orgoglio riguardo l’opera in studio degli Slipknot, rivelando che, per lui e la band, il rilascio di ogni album gli ricorda quanto le persone possano essere in disappunto con il successo degli altri.  “Appena credono di poterci gettare via, come giocattoli rotti o vestiti usati, noi ritorniamo e facciamo infuriare le persone perché rimescoliamo le carte in tavola, rivoluzionando le scene”.

Dopodiché, il frontman si è soffermato sull’album che, per anni, è stato il simbolo della capacità degli Slipknot di andare oltre le aspettative del proprio pubblico, confutando i pareri negativi di coloro che hanno scelto di non supportarli. “Il nostro secondo album ha surclassato immediatamente il selftitled con cui abbiamo debuttato, dimostrando alle persone che, nonostante le aspettative possano essere altissime, queste non eguaglieranno mai il risultato finale. Per questo, nessuno sarà mai in grado di capire cosa verrà dopo. Sono davvero fiero di tutto questo”. Visto il punto di vista e l’ottimismo di Corey Taylor nei confronti degli Slipknot; pare chiaro che la band non abbia alcuna intenzione di ritirarsi, almeno per il momento, regalando ai milioni di fan in costante trepidazione in tutto il mondo, attimi di pura esaltazione musicale; migliorandosi costantemente.

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.