Corey Taylor, esibizione fermata per mashpit troppo violento, concerto degli Slipknot

Corey Taylor ha interrotto un concerto durante un moshpit troppo violento (VIDEO)

Assistere a una serie di comportamenti specifici durante un concerto metal, specie se di band metal pesanti come gli Slipknot, non è assolutamente raro: anche in quella che è considerata dai più come violenza, però, esiste una condotta; in ogni caso, si cerca di evitare in qualsiasi modo che persone si feriscano durante un concerto, aiutandole a rialzarsi ed evitando di infierire qualora ci si renda conto della difficoltà. Così, a quanto pare, non è successo durante un concerto degli Slipknot, e Corey Taylor ha deciso di interrompere la sua esibizione per evitare che persone si ferissero per un moshpit troppo violento. 

L’interruzione del concerto di Corey Taylor e le sue dichiarazioni

In occasione dell’ultimo concerto degli Slipknot, Corey Taylor ha deciso di interrompere la sua esibizione a causa di un moshpit troppo violento che rischiava seriamente di lasciare feriti. Se è vero che le pratiche adottate durante i concerti metal sono ritenute violente per la loro veemenza, è anche vero che l’etica dietro le stesse impone di non arrivare a situazioni di pericolo. Il leader degli Slipknot ha deciso di evitare il peggio, mentre sotto ai suoi occhi iniziava a strutturarsi una possibile tragedia.

Knotfest SB was crazy fucking good. Mosh pits were so fucking rowdy, crazy good but some chicks started to get trampled & have seizures. Corey got mad, he stopped the song because people wouldn’t stop moving to get EMT In. from r/Slipknot

«Nessuno si farà male sotto i miei occhi! Mi avete capito? Andate indietro, cazzo!», ha urlato il leader degli Slipknot alla folla, fermando l’esibizione. I fan della band statunitense hanno ovviamente apprezzato il gesto: «L’eroe di cui tutti abbiamo bisogno ma che non meritiamo. Io ti rispetto tantissimo, abbiamo bisogno di più persone come te agli spettacoli.»

Il nuovo album degli Slipknot: perchè si chiamerà We Are Not Your Kind?

Il nuovo album in studio degli Slipknot è pronto a vedere la sua pubblicazione, che avverrà il 9 agosto 2019. Ciò che tanto fa emozionare i fan prima della sua uscita è l’assicurazione da parte dei membri della band, che sembrano essere tornati a quel metallo pesante che ha caratterizzato la loro carriera.

Se ci si fosse chiesti perchè è stato scelto We Are Not Your Kind come titolo dell’album, la risposta è stata fornita direttamente da Corey Taylor: “Non importa chi sei, da dove vieni, che aspetto hai, di che colore è la tua pelle, chi ami, in cosa credi: siamo una famiglia per l’amore che abbiamo verso la musica e “We Are Not Your Kind” rappresenta quel raduno di persone che volta le spalle al resto del mondo e dice: “Non lasceremo che il tuo odio, ci permei. Non siamo il tuo tipo. Non sarai mai nostro.” La citazione è estratta direttamente da All Out Life, primo singolo dell’album.

Il percussionista della band, Shawn Crahan, ha ribadito: “Una volta che Corey ha finito i testi e abbiamo sentito quella frase in “All Out Life” avevamo capito fosse la migliore rappresentazione di tutto ciò di cui avevamo bisogno. Il nuovo disco è composto da 15 canzoni.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.