gtag('config', 'UA-102787715-1');

Coronavirus, medici e infermieri di New York cantano per dare speranza ai pazienti (VIDEO)

L’emergenza coronavirus continua a causare danni irreparabili a livello mondiale sotto ogni punto di vista. In particolare, il sistema sanitario sta vivendo ore drammatiche ed è sempre più difficile non avere il morale a terra. Eppure, c’è chi cerca di reagire ad una situazione terribile in qualsiasi modo. Ad esempio, la musica può essere un valido aiuto per chi non ha alcuna intenzione di far perdere il sorriso a chi è in una fase di profonda difficoltà.

L’iniziativa straordinaria degli infermieri e medici di New York

In alcune circostanze, la musica può assumere un sorprendente valore terapeutico. Le canzoni possono tramutarsi in veri e propri farmaci, grazie ai quali pazienti in condizioni molto critiche hanno la possibilità di ricevere speranza e coraggio. Ogni metodo è lecito per fare in modo che nelle persone si insinui la consapevolezza di potercela fare e di superare ogni tipo di difficoltà. I medici e gli infermieri dell’ospedale Presbyterian Queens Hospital di New York conoscono tali problematiche e hanno trovato un metodo davvero originale per dare conforto ai loro pazienti. Infatti, lo staff del nosocomio statunitense hanno scelto di cantare Don’t Stop Believin’, noto successo dei Journey, ogni volta in cui un paziente venga dichiarato guarito dal Covid-19.

Don’t Stop Believin’, una canzone non scelta a caso

Il titolo Don’t Stop Believin’ non è stato assolutamente scelto a caso. Il pezzo è stato realizzato nel 1981 e oggi ha assunto un ruolo importante per chi deve superare ogni sorta di avversità. Non a caso, si tratta della traduzione letterale della frase “Non smettere di credere”. Anche quando tutto sembra quasi perduto, bisogna tenere sempre accesa la fiammella della speranza, con la chance di ritrovare se stessi e affrontare al meglio situazioni ai limiti dell’impossibile. Il presidente della struttura sanitaria di New York Jaclyn Mucaria ha sottolineato quanto ogni dimissione di un paziente colpito dal coronavirus sia sinonimo di “speranza per il personale dell’ospedale, incoraggiato quando può vedere i loro pazienti guarire e tornare nelle rispettive case”.

Il post su Twitter di Steve Perry, il frontman dei Journey

Al tempo stesso, anche chi ha scritto Don’t Stop Believin’ non ha potuto nascondere la propria gioia per aver visto il proprio brano più famoso diventare un inno alla speranza. Ecco cosa ha detto il frontman dei JourneySteve Perry, in un Tweet dedicato all’iniziativa degli infermieri e dei medici: “Volevo condividere un po’ di allegria dal New York Presbyterian Queens Hospital di New York. Loro cantano Don’t Stop Believin’ ogni volta in cui un paziente Covid-19 venga dimesso. Siamo tutti insieme, e ce la faremo insieme”. Non resta altro da fare che non perdere mai la speranza e continuare a credere in un domani migliore rispetto ad un presente ben poco luminoso.

Ecco il video di medici e infermieri dell’ospedale Presbyterian Queens Hospital di New York mentre cantano Don’t Stop Believin’:

 

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)