Cosa ne pensa Jimmy Page sull’ultimo album dei Led Zeppelin

Coda è l’ultimo album dei Led Zeppelin, pubblicato nel 1982. Si tratta di un album postumo, ossia pubblicato a seguito o della morte dell’artista o dello scioglimento di un gruppo. Nel caso dei Led Zeppelin, la band aveva deciso di finire la loro storia nel 1980 a seguito della morte del batterista John Bonham. Sentiamo le parole di Jimmy Page su Coda.

Album dis – conosciuto

Jimmy Page è sempre stato piuttosto restio e riluttante quando parlava dell’ultimo album della band. Questo perché il ricordo del disco è legato all’amato batterista John Bonham. Pare che Page sia stato il membro del gruppo che ha più sofferto della morte di Bonzo. Per questo motivo, non aveva grandissima ispirazione per un nuovo album, ecco perché Coda può essere considerato un album dis – conosciuto.

Page ha ricordato che Coda in realtà non doveva neppure uscire. Furono obbligati a pubblicare quell’album per esigenze contrattuali. Si tratta di un album con lunghe parti strumentali e varie demo, anche inedite. Ma senza dubbio non era un lavoro chiaro e definito e si percepisce che i Led Zeppelin non avrebbero mai voluto pubblicare quell’album.

L’album dura poco più di mezz’ora e presenta quasi esclusivamente bootleg. I bootleg andavano molto di moda negli anni Settanta e Ottanta, fino agli anni Novanta e Duemila in cui pian piano persero appeal. Le tracce da segnalare sono due. Una è Bonzo’s Montreux, traccia conclusiva del disco, e consiste in un assolo di batteria di Bonzo con varie sovrincisioni. L’altra è Walter’s walk, composta nel 1972 e probabilmente sovrincisa anni dopo nei primi anni Ottanta.

Gli ultimi anni

Va comunque ricordato che siamo negli anni Ottanta, nei primi anni. I Led Zeppelin venivano da un periodo piuttosto complicato. L’album Presence, nonostante le buone vendite, non venne particolarmente apprezzato dal pubblico (ma venne amato dai fan) e neppure dalla critica. In aggiunta, Robert Plant aveva perso il giovane figlio Karac a causa di un’infezione allo stomaco, facendolo cadere in una spirale di grande sofferenza.

Il penultimo album, In Through the Out Door, fu anch’esso apprezzato dai fan ma NON ebbe un grandissimo responso di pubblico. La critica iniziò ad accusare i Led Zeppelin di essere ormai l’ombra di loro stessi e ormai “finiti” dal punto di vista musicale. Vero o meno, non lo sapremo mai. Sta di fatto che, nonostante la natura più antologica del disco che lo distanzia un po’ dalla discografia classica, Coda viene considerato l’addio dei Led Zeppelin.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.