gtag('config', 'UA-102787715-1');

Cosa pensano le rockstar dei Greta Van Fleet? “Hanno bisogno di canzoni migliori”

Non ci sono molti dubbi a riguardo. Il gruppo rivelazione dell’ultimo decennio è sicuramente quello dei Greta Van Fleet. La band capitanata da Josh Kiszka ha agitato così tanto le acque nell’ambiente musicale – sia tra sostenitori che detrattori – che è impossibile non tenerli in considerazione quando si parla di rock attuale. Molti gli artisti e le band che si sono chiesti che ruolo potrebbero avere i Greta Van Fleet nell’infondere nuova linfa vitale nel genere. Moltissimi coloro che guardano ai fratelli Kiszka e soci come al futuro del rock. Altrettanti quelli che li considerano mera – e inferiore – emulazione dei leggendari Led Zeppelin di Robert Plant.

Greta Van Fleet: l’opinione delle rockstar

I Greta Van Fleet sono sicuramente il fenomeno rock del momento. L’affermazione è insindacabile. Un pò meno ciò che si può o deve pensare della formazione di Josh Kiszka e soci. Perché la schiera di coloro che li ama è equilibrata solamente dalla schiera – altrettanto numerosa – di coloro che non li sopporta. I detrattori non vedono nei Greta Van Fleet il futuro del rock ma anzi, una mera e semplicistica imitazione di un’epoca d’oro ormai finita. Un momento musicale in cui sui palchi imperversavano band come i Led Zeppelin – che i Greta Van Fleet sembrano tanto emulare.

Ma cosa ne pensano gli insider stessi del mondo del rock? Cosa ne pensano gli altri rocker? Alice Cooper li sostiene per esempio, definendoli i nuovi Led Zeppelin. Slash invece – sebbene apprezzi il loro entusiasmo – li vede troppo simili alla band di Robert Plant. A proposito del leggendario frontman dei Led Zeppelin, Plant non sembra disprezzarli affatto. “Sono i Led Zeppelin I – ha detto scherzando – hanno questo meraviglioso cantante molto forte…lo odio! Ha preso in prestito la voce da qualcuno che conosco molto bene”. Jason Bonham infine – figlio del leggendario John – non apprezza il confronto. “Solo perché canta in tonalità alta non vuol dire che assomigli a Robert” ha detto di Josh Kiszka.

Nuove opinioni sui Greta Van Fleet

Se non fosse per il potente debutto musicale, i Greta Van Fleet sarebbero passati alla storia anche per l’acceso dibattito che hanno scatenato nell’ambiente. L’ultima opinione dall’interno arriva dal cantante dei DarknessJustin Hawkins. In una recente intervista per Classic Rock Magazine ha detto la sua sulla formazione dei fratelli Kiszka e ha commentato lo stato attuale del rock. “Il timbro di Josh Kiszka è così simile a quello di Robert Plant che non puoi fare a meno di rallegrarti quando lo senti cantare” ha esordito Hawkins.

“Hanno molto potenziale per essere straordinari come i Led Zeppelin – ha continuato il frontman dei Darknessma hanno bisogno di canzoni migliori”. Per Justin Hawkins i Greta Van Fleet sono comunque un bel segnale per il mondo del rock allo stato attuale. “Quando succede qualcosa del genere e tutti impazziscono, vuol dire che abbiamo poco da offrire come genere – ha commentato – non è per sminuirli […] Potrebbero fare quello che i Led Zeppelin non hanno fatto”. 

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.