gtag('config', 'UA-102787715-1');

Cosa pensano le rockstar dei Queen e Freddie Mercury?

I Queen e Freddie Mercury rappresentano alcune tra le entità musicali più celebri di sempre, che hanno ottenuto naturalmente un successo nella storia della musica per certi versi inarrivabile, e degno di una considerazione incredibile da parte anche di altre rockstar e realtà musicali. A questo punto, prendendo in prestito alcune delle voci più celebri nell’ambito della storia del rock e della musica in generale, vogliamo parlarvi di che cosa ne pensano le rockstar dei Queen e di Freddie Mercury, citando alcuni dei giudizi più significativi nella storia della musica.

I giudizi delle rockstar su Queen e Freddie Mercury

A voler prendere in considerazione i giudizi delle rockstar su Queen e Freddie Mercury, non si può fare a meno di citare alcune delle voci più autorevoli nell’ambito della storia del rock. Ad esempio, nell’ambito specifico dei Beatles, è fondamentale quella serie di dichiarazioni che sono state realizzate sia da Ringo Starr che da Paul McCartney, i quali hanno definito rispettivamente Freddie Mercury sua maestà e Re Mercury. Per Elton John, suo grande amico in vita, Freddie Mercury era unico, mentre per Roger Waters dei Pink Floyd si tratta di uno dei fronti Man più importanti di sempre.

Le dichiarazioni delle rockstar su Queen e Freddie Mercury

A questo punto, al fine di comprendere quale sia il pensiero delle rockstar su Queen e Freddie Mercury, vogliamo citarvene alcune delle più significative. Kurt Cobain, ad esempio, ha scritto di lui nella sua lettera del suicidio: “Da troppi anni, ormai, non provo più esaltazione ascoltando musica, o creando musica, o scrivendo davvero qualcosa, e per questo mi sento in colpa al di là di quanto le parole possano spiegare. Per esempio quando siamo nel backstage e le luci si spengono e sento alzarsi il ruggito della folla, io non provo dentro di me quello che provava un artista come Freddie Mercury, che sembrava amare e trarre energia dall’amore del suo pubblico, cosa per cui lo ammiravo e lo invidiavo.”

E ancora, Robert Plant ha spiegato: “Dietro il glamour poche persone sono dei veri interpreti. E’ una condizione particolare e rara quella di essere musicisti di successo ed essere capaci di dimostrarlo con sicurezza. Freddie aveva questa qualità, e non ci sono molte persone ad averla.” Importante anche il giudizio di Axl Rose, che ha parlato del leader dei Queen nei seguenti termini: “Se non mi fossi aggrappato ai testi di Freddie Mercury quando ero un bambino, non sarei dove sono ora. Mi ha insegnato tutte le forme di musica. Mi ha aperto la mente. Non ho mai avuto un insegnante cosi grande nella mia vita.”

Fondamentale anche il giudizio di David Bowie, che ha spiegato: “Di tutti i teatrali cantati rock, Freddie era una spanna sopra tutti. – Lui andava oltre. E naturalmente, ammirerò sempre un uomo che indossa collant. Era l’uomo capace di tenere il pubblico nel palmo di una mano.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.