gtag('config', 'UA-102787715-1');

David Crosby: “Il Coronavirus manderà gli artisti sul lastrico.. ecco perché”

In un momento storico particolarmente delicato, e segnato dalle tragedie e dalle disgrazie per il Coronavirus, i danni che sono avvertiti dal punto di vista sanitario si riflettono anche dal punto di vista economico, finanziario e lavorativo, investendo praticamente qualsiasi settore che possa essere preso in considerazione. Tra questi c’è la musica che, in un periodo di cancellazioni e stop, si è praticamente fermata. E se per alcuni questo momento non caratterizza un peso eccessivo, per altri – che vivono di concerti e di musica anche dal punto di vista economico – può caratterizzare l’anticamera del lastrico. Tra queste voci c’è quella di David Crosby, che ha dichiarato di trovarsi vicino al lastrico e che, se non dovesse riuscire a realizzare concerti il prima possibile, perderà tutto.

La situazione Coronavirus nel mondo: tutti i concerti sospesi e non solo

E’ ormai diffusa quella tendenza che ha portato, nelle ultime settimane, a rinviare qualsiasi evento musicale, concerto o esibizione di qualsiasi tipo, in Italia e non solo. Fin da subito abbiamo dimostrato come diverse realtà siano state coinvolte all’interno di una situazione che sembra difficile evitare e che porta tutti ad adottare delle misure di sicurezza necessarie. 

Tra gli artisti italiani che sono stati costretti a fermarsi, ad esempio, ci sono:  Pinguini tattici nucleari, Willie Peyote, Loredana Bertè, Bugo, Pfm, Modà, Angelo BranduardiBrunori Sas, Le Vibrazioni, Raf & Tozzi, Giusy Ferreri e Piero Pelù, Subsonica, Vinicio Capossela, Madman & Gemitaiz, Francesco De Gregori, Irene Grandi e Gigi D’Alessio. 

Le dichiarazioni di David Crosby

La situazione che abbiamo precedentemente citato può apparire, per alcune realtà musicali, come irrilevante o non particolarmente negativa. Eppure, per tante altre realtà musicali, come cantanti e band che non hanno più grandissimo successo e che vivono di concerti ed esibizioni, la situazione inizia a rappresentare una vera e propria emergenza. Tra queste personalità che prendiamo in considerazione c’è, sicuramente, quella di David Crosby, chitarrista e cantautore statunitense celebre per la sua esperienza all’interno dei Byrds.

L’artista, inserito per due volte nella Rock and Roll Hall of a Fame, ha dichiarato che il Coronavirus lo porterà sul lastrico, dal momento che vive di musica. “Sono qui sul mio divano che attendo che cancellino anche tutti i miei tour estivi, non solo quello che inizia a maggio, il che mi creerà enormi problemi finanziari”, ha dichiarato lo statunitense,  “Lo streaming non ci paga, i concerti sono l’unico modo che abbiamo per guadagnare. Potrei rischiare di perdere la casa, anche perché non ho risparmi su cui contare. Ancora nessuno parla di maggio ma quasi ci siamo, e se salta il concerto di maggio sarà come una slavina. Ho in programma di suonare fino a dicembre: se perdo tutto mi ritroverò nella polvere”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.