gtag('config', 'UA-102787715-1');

Deep Purple, Ian Gillan: “Chi ascolta solo band come Led Zeppelin è limitato”

Nel mondo del metal e della musica in generale ci sono alcune formazioni che hanno fatto la storia, e che hanno posto delle basi cui aderire nella storia di band, artisti e formazioni. Si tratta di quei veri e propri pilastri che hanno fatto la storia della musica e che tutti coloro che vogliono avere una cultura musicale emulano in qualche modo, attraverso l’ascolto e la comprensione di dinamiche musicali, testuali e contenutistiche. Tra questi grandi pilastri ci sono anche i Deep Purple, che hanno fatto la storia con i loro più grandi capolavori e che oggi si pongono come uno dei pilastri della musica metal. Secondo Ian Gillan, però, chi si sofferma ad ascoltare soltanto band come Led Zeppelin avrà degli orizzonti limitati. 

Il rapporto tra Ian Gillan e Ritchie Blackmore

Tutti sanno che il rapporto tra Ian Gillan e Ritchie Blackmore si è interrotto nel 1984, a causa del comportamento scorretto di entrambi che – a detta di Gillan – è stato portato avanti per troppo tempo dal chitarrista. In un’intervista al Rolling Stone, il cantante e autore dei testi dei Deep Purple ha spiegato quale sia il suo rapporto con Ritchie Blackmore. 

Di seguito, sono riportate le sue dichiarazioni: “Sto dicendo quello che sto per dire non per attaccare o offendere Ritchie. Le cose che leggerà probabilmente le conosce anche lui e voglio ribadire che parlo senza rancore. Io ero stronzo almeno quanto Ritchie solo che lui ha portato avanti questa situazione ancora più a lungo. Se fosse rimasto nella band probabilmente nel giro di poco tempo si sarebbe tutto risolto. Ma dal momento che ha deciso di andarsene, noi abbiamo dovuto riprendere il progetto. Abbiamo avuto Joe Satriani per un anno, poi abbiamo intrapreso il percorso con Steve Morse. Nel corso di un paio di anni abbiamo ricominciato i nostri tour ed è stato fantastico”.

Le dichiarazioni di Ian Gillan su Led Zeppelin, Deep Purple e Black Sabbath

Come abbiamo avuto modo di appurare, Ian Gillan non ha certamente scrupoli nell’effettuare dichiarazioni che potrebbero essere sentite come forti, ma che in realtà riflettono il suo carattere in modo lapalissiano. Il leader dei Deep Purple ha spiegato che chi, soprattutto se si tratta di un artista, si sofferma ad ascoltare solo band come i Led Zeppelin, i Deep Purple e i Black Sabbath (emblemi di un certo genere musicale che ha fatto la storia) avrà un orizzonte limitato sulla musica.

Queste sono state le sue dichiarazioni nello specifico: “Se sei parte di una band rock e ascolti solo Led Zeppelin, Black Sabbath e Deep Purple avrai una visione limitata delle cose. Quando ero giovane rifiutavo tutto ciò che era di moda in quegli anni: Frank Sinatra, Bing Crosby, Andy Williams e Dean Martin. Mi rendo conto siano stati tutti dei grandi artisti ma quando sei giovane devi tagliare i ponti. C’è una specie di vandalismo psicologico che ti porta a comportarti così.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.