gtag('config', 'UA-102787715-1');

Dick James: la storia dell’editore che fece infuriare John Lennon ed Elton John (che lo denunciò)

La storia della musica è ricca di personalità che sono state incredibilmente determinanti per le sorti di un artista o di una band, positivamente e negativamente. Si pensi ad una figura come George Martin, che nell’ambito dei Beatles è stato più che semplicemente importante, tanto da essere definito da molti esperti e addetti ai lavori come quinto Beatle. In altre occasioni, alcune figure hanno avuto una portata decisamente negativa per una band, portando questa stessa alla rovina e non solo. Vogliamo parlarvi proprio di una figura del genere, che riuscì a far infuriare John Lennon e Elton John, a causa delle sue smanie di protagonismo e della sua voglia di andare oltre i limiti stabiliti dall’accordo con i cantautori britannici. Stiamo parlando dell’editore musicale Dick James. Ecco tutto ciò che c’è da sapere circa lo stesso.

Chi è Dick James, editore musicale che ha fatto infuriare John Lennon e Elton John

Al fine di comprendere la storia di Dick James, è necessario prendere in esame tutto quel contesto che ha portato lo stesso editore musicale ad emergere, e ad acquisire importanza all’interno dei ranghi istituzionali che riguardassero le figure di John Lennon ed Elton John. La figura è emersa nell’ambito del primo capitolo della discografia da solista di Elton John, Empty Sky, che viene registrato tra il 1968 e il 1969, all’interno dei Dick James Studios; fu in quest’ambito che il l’editore musicale e il cantautore Ebbero modo di collaborare, circa quella stessa creazione che, nel 1963, aveva riguardato anche la figura di John Lennon, Paul McCartney e di Brian Epstein.

I quattro avevano creato la società Northern Songs, che riuscisse a gestire, dal punto di vista artistico e societario, le composizioni di John Lennon e Paul McCartney. Nel corso degli anni, però, l’importanza di Dick James all’interno di questo insolito quartetto divenne sempre più importante, dal momento che la Northern Songs prevedeva che gli introiti fossero destinati, al 50%, proprio all’editore musicale, mentre il restante 50% era suddiviso per il 20% a testa tra John Lennon e Paul McCartney e il 10% a Brian Epstein; l’accordo piaceva sempre di meno ai Beatles, che ottenevano un guadagno netto di gran lunga minore rispetto agli introiti artistici dei loro più grandi successi, ed è per questo motivo che la band decise di virare verso altri accordi societari e di fare a meno di una figura che risultava essere sempre più pressante all’interno della realtà economica e finanziaria della band. Ultimo atto di questa collaborazione è la canzone Only a Northern song, scritta da George Harrison e registrata, anche se per scherzo, tra febbraio e aprile del 1967, prima di essere inserita all’interno della pubblicazione di due anni dopo.

Quella volta che Elton John voleva denunciare Dick James

A questo punto, possiamo considerare anche perché Elton John volesse denunciare Dick James, che non fece infuriare soltanto John Lennon e George Harrison, ma anche il cantautore di Rocketman. Così come l’editore aveva assunto grande controllo sulla produzione artistica dei Beatles, allo stesso modo si può dire che Dick James fosse pressante nella carriera e nella produzione artistica di Elton John, che decise di chiudere la collaborazione con l’editore in malo modo, nel 1982, trascinando l’editore in tribunale e chiedendogli di restituirgli tutti i profitti relativi alle canzoni che sono state realizzate tra il 1967 e il 1975. Parliamo di una cifra pari a un milione di sterline di risarcimento.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.