gtag('config', 'UA-102787715-1');

Dire Straits: Ecco perché la band si è sciolta

Lo stile unico dei Dire Straits, gli permise di consacrare il proprio nome all’eternità. Ad oggi, l’iconica band di Mark Knopfler viene considerata come una delle massime influenze per gli artisti che annoverano il panorama moderno. Il playing fuori dal comune del chitarrista misto all’eclettismo compositivo di cui il gruppo fu fautore; resero i Dire Straits una band straordinaria poiché lontana dagli stereotipi di cui il Rock è intriso. I Dire Straits, del resto, hanno sempre proposto un atteggiamento sobrio, modesto e, soprattutto, particolarmente avverso alle luci della ribalta. La prerogativa dei membri del gruppo era quella di dedicarsi alla propria musica, senza distrazioni di sorta.

L’attività del gruppo è sempre stata animata da uno stacanovismo strabiliante e da un’umiltà decisamente singolare per una delle più grandi band di tutti i tempi. Sembrerebbe che Knopfler arrivasse a chiedere ai fonici di abbassare il volume dei diffusori dal vivo per permettere al pubblico di conversare. I Dire Straits vengono annoverati tra i principali protagonisti del Rock Britannico, avendo inciso un totale di nove album in studio che hanno venduto oltre 120 milioni di copie in totale. Ad oggi i fan della band in tutto il mondo sono milioni, quindi, la domanda sembra sorgere spontanea. Perché la band dei Dire Straits si è sciolta?

Dire Straits: Perché la band si è sciolta?

I Dire Straits si fondarono nel 1977, per opera di Mark Knopfler e di suo fratello David. Fu la penna di Mark a mettere la firma sui grandi classici che hanno reso grande la band, ma questa vedeva tra le sue file anche John Illsley al basso e Pick Withers alla batteria. Nel corso degli anni, i Dire Straits subirono alcuni cambi di line-up, ma va detto che hanno sempre presentato la medesima integrità e lo stesso spirito con cui hanno dato vita ad alcuni dei più grandi album di tutti i tempi. Lo scioglimento dei Dire Straits, visti i presupposti, sconvolse il panorama musicale di quegli anni; pur essendosi presentato come un evento graduale.

Il tramonto dei Dire Straits, infatti, affonda le radici nell’interessamento di Mark Knopfler, ormai arrivato all’apice della sua carriera nella band, in nuovi stimoli di natura solista. Era l’alba degli anni ’80 e, nonostante Knopfler percepisse il desiderio di esplorare nuovi orizzonti, la band riuscì a rimanere in piedi per un altro decennio. Nel 1991, i Dire Straits partirono per un lungo tour planetario.

Al termine dell’estenuante kermesse, il gruppo interruppe la sua attività. Knopfler decise di concentrarsi su una carriera solista di matrice sperimentale, continuando ad esibirsi dal vivo in contesti più raccolti. L’ultima opera inedita del gruppo risale al 1995, con il Live At The BBC, con cui celebrarono i primi anni di carriera; essendo la registrazione di un concerto trasmesso dalla BBC Radio il 22 luglio del 1978. A questo punto, pare chiaro che lo scioglimento della band dei Dire Straits sia riconducibile ad una scelta ponderata, dettata dalle esigenze artistiche del leggendario Knopfler di evadere dall’ordinario.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)