gtag('config', 'UA-102787715-1');

Dream Theater, La canzone della band che cita un film italiano

I Dream Theater sono sempre estremamente lodati per la grande tecnica dei musicisti che negli anni sono stati componenti più o meno fissi. Tanto John Petrucci, quanto l’ex batterista Mike Portnoy e l’attuale bassista John Myung hanno vinto premi importanti. Mike Mangini, il batterista della band del 2010, è uno dei batteristi più veloci del mondo. Oltre alla straordinaria tecnica, le canzoni dei Dream Theater si distinguono per contenere diversi riferimenti culturali e per i significati profondi. Ad esempio, una canzone del secondo album della band, Imagine and words, che ha segnato una rinascita per i Dream Theater, contiene una citazione ad un film italiano, cosa abbastanza atipica per una band statunitense.

‘Imagine and words’ l’album che ha cambiato tutto

L’album che contiene la canzone dei Dream Theater con questa citazione al film è Imagine and words. Si tratta del secondo della band, un lavoro discografico estremamente importante per loro e molto apprezzato dai fan. Oltre ad essere il loro album più venduto, infatti, segna il momento in cui la band cercò di rialzarsi in seguito a diversi problemi: Charlie Dominici, che aveva sostituito Chris Collins come cantante, venne licenziato poiché non aveva grandi capacità vocali. Dovettero passare due anni prima di trovare James LaBrie. Anche dopo aver trovato il nuovo cantante, tuttavia, la band ebbe diversi problemi e dovette cambiare etichetta. Per questo Imagine and words è un lavoro discografico estremamente importante per la band. Una delle canzoni più famose di esso, Metropolis–Part I: The Miracle and the Sleeper è anche la prima parte di quello che poi sarà un seguito in un altro album, un concept dal nome proprio Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory. 

Take the time e la rinascita della band

Take the time è un brano particolarmente importante per l’album. Innanzitutto è l’unico ad essere scritto da ogni componente della band, firmato da tutti. Inoltre, vuole rappresentare proprio la rinascita e la voglia di ricominciare in seguito a tutti i problemi che i Dream Theater hanno affrontato prima dell’uscita di Imagine and words. La canzone nell’album dura ben 8 minuti, mentre nella versione radiofonica è stata ridotta a 5.

Il brano che cita un film italiano

La caratteristica peculiare di questo brano sta nel fatto che ad un certo punto si senta la frase “Ora che ho perso la vista, ci vedo di più”. Questa frase è tratta da “Nuovo Cinema Paradiso” ed i Dream Theater hanno voluto campionarla dal film per inserirla nel brano, a pronunciarla è un uomo che perse la vista in seguito ad un incendio. Il film è uscito nel 1988 con la regia di Giuseppe Tornatore, non dobbiamo stupirci venga citato della band in quanto vinse l’Oscar come miglior film straniero ed è considerato uno dei film italiani più popolari, specie negli Stati Uniti. Inoltre, Portnoy è notoriamente appassionato di cinema Nella canzone si può sentire la campionatura tratta proprio dal film, quindi in italiano, ma in una strofa è anche presente la traduzione in inglese:

I close my eyes
And feel the water rise around me
Drown the beat of time
Let my senses fall away
I can see much clearer now I’m blind.

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.