gtag('config', 'UA-102787715-1');

Duff McKagan ha dato 10 consigli su come cantare live nei tour

Siete una giovane band che ha bisogno di qualche dritta per i vostri concerti? Siete grandi appassionati di rock, di chitarre, bassi, batterie ma nei live fate un po’ “schifo“? Ecco le soluzioni giuste per voi. Ma non saremo noi a darvele, bensì il bassista dei Velvet Revolver e, soprattutto, dei Guns n’Roses Duff McKagan (che di tour se ne intende eccome). Vediamo i 10 consigli che ha dato rispondendo ad alcuni domande del blog statunitense Seattle Weekly’s Reverb.

1. Non essere un cazzone.

Non che ci sia granché da commentare, il lavoro di musicista in una band è una cosa seria e va preso con grande professionalità Niente droghe o alcol eh, non inficeranno positivamente sulla vostra prova. Peccato che Duff non è che sia stato molto rispettoso di questo consiglio, dato i ripetuti ricoveri per rehab

2. Abituati ad avere da un giorno all’altro da poco a nessuno spazio personale, anche per settimane.

La vita del chitarrista, o del bassista, o del batterista o (indovinate) del cantante non sempre dà grandi opportunità personali. Più siete una grossa band, più tour fate, più date riempite, meno momenti intimi e personali avrete. Meglio usarli per scrivere qualche canzoncina…

3. Igiene personale.

Quanto è bello leggere Duff McKagan che ci consiglia cosa fare della nostra pulizia personale. Sarebbe bello vedere il bassista come una bella e dolce mammina che si preoccupa per noi. Evidentemente, se ci sottolinea l’igiene personale, un motivo ci sarà…

4. Rispetta gli spazi off-limits (ad esempio sul tour-bus).

Fondamentale anche questo consiglio, soprattutto se avete il tourbus. Se non ce lo avete, potete sempre affittare un treno. O farvi portare dai vostri genitori. L’importante è rispettare sempre gli spazi, anche quelli offlimits.

5. Condividi tutto quello che puoi, dalla cioccolata alle droghe.

Ma non aveva detto di essere professionali e non dedicarsi ad alcol e droghe? Nessuno è perfetto, del resto…

6. “Sincerità”, essere in una band è la miglior condizione per essere franchi e diretti.

L’onestà e la sincerità sono grandi qualità, anche al di fuori del panorama musicale. Ecco che la franchezza di dire che un certo pezzo non funziona o ammettere che non avete suonato bene sono passi importanti per diventare musicisti migliori.

7. Leggi libri e tieniti informato.

La cultura è importante. Sempre. Studiare e studiare come si suona, come funziona il mondo, cosa ne pensa Immanuel Kant riguardo l’estetica trascendentale, son tutti elementi fondamentali per rimanere informati e vivere al meglio.

8. Tieniti in contatto con “Mama Kin”, cioè scrivi e telefona a casa.

La famiglia al primo posto. Magari fare una telefonatina alla mamma dopo il concerto dicendole: “mamma, abbiamo suonato bene, ci vediamo domani” è gradita.

9. Scrivi un riff, mantieni fresche le idee della band!

I riff di chitarra (e non solo, chi conosce i riff di basso?) sono sempre le cose migliori di una canzone rock (insieme agli assoli). Provare, provare e provare.

10. Non fare la cacca nella stessa stanza in cui gli altri mangiano

Un consiglio un po’ strano questo, chi fa la cacca in cucina (e dove soprattutto)? Chi diavolo mangia in bagno mentre un altro fa la popò? Non vogliamo indagare…

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.