gtag('config', 'UA-102787715-1');

Ecco perché Elvis Presley odiava John Lennon dal primo momento che lo conobbe

Perché Elvis Presley odiava la star dei Beatles, ovvero John Lennon, dal momento in cui si sono incontrati? John Lennon insieme ai Beatles incontrarono il loro idolo Elvis Presley per la prima e unica volta quando la Beatlemania stava spazzando il mondo al culmine della loro fama, a metà degli anni Sessanta. Ma perché Elvis Presley odiava John Lennon? Era per caso geloso del suo talento musicale, interpretativo e compositivo? Certo che no, il motivo è molto diverso. John Lennon era noto per il suo incisivo senso dell’umorismo e per la sua lingua tagliente (che però Bowie apprezzava moltissimo). E sembra che Elvis Presley non fosse certo un fan dei Beatles.

Elvis Presley era un anti-pacifista?

Secondo lo scrittore Chris Hutchins, l’icona del rock’n’roll non era un fan dei sentimenti contro la guerra detenuti dal musicista britannico. In poche parole non era un grande fan del pacifismo. Hutchins ha raccontato, riguardo Elvis: “La sua avversione per il pacifista dei Beatles è nata dalla notte in cui ho portato i Fab Four a casa sua per il loro primo e ultimo incontro. John aveva infastidito Presley esprimendo i suoi sentimenti contro la guerra dopo essere entrato nell’enorme salone e aver visto le lampade da tavolo con il messaggio inciso: “Fino in fondo con LBJ”. Lennon odiava il presidente Lyndon B Johnson per aver portato gli Stati Uniti nella guerra del Vietnam.

Un’atmosfera molto delicata

Hutchins ha continuato dicendo: “Presley si era alleato con il direttore dell’FBI Edgar Hoover e lo ha incoraggiato a far espellere Lennon dagli Stati Uniti”. Ma Hutchins non è stato l’unico a parlare di ciò. Tony Barrow, che era all’epoca addetto stampa dei Beatles, parlò dello stesso incontro. Ha detto: “John gli chiese cosa fosse successo al vecchio rock’n’roll Elvis, che a quel punto stava principalmente cantando le colonne sonore dei suoi film. Stava un po’ scherzando ma stava parlando sul serio.” Apparentemente, Elvis rise ma l’atmosfera si raffreddò immediatamente. La tensione si interruppe solo quando Elvis Presley ordinò che le chitarre venissero portate nella stanza.

Un incontro deludente

“Hanno iniziato tutti a bloccarsi in quel modo fino a quando hanno iniziato a suonare”, ha ricordato Tony. “Con le parole, non avevano molto da dire. Ma non appena sono entrati nella musica, la conversazione è davvero iniziata”. Secondo quanto riferito, i Beatles rimasero un po’ delusi dall’incontro con il re of Rock n’Roll, nonostante fosse così influente sul loro sound di gruppo. John fece, secondo i compagni di band, una figura non proprio splendida ma se ne fregò, convinto delle sue idee. Ecco perché Elvis Presley odiava John Lennon, solo per motivi politici.

La minaccia per Elvis Presley

Secondo le fonti statunitense, Elvis considerava i Beatles come una forte minaccia per la carriera del re del Rock n’Roll, nonostante i generi fossero piuttosto diversi tra loro. Negli anni Sessanta poi Elvis stava iniziando a introdursi anche nel mondo del cinema e aveva il suo solito grandissimo successo. Non avrebbe avuto nulla da temere, non subito almeno. I suoi collaboratori dissero: “Quando i Beatles andarono per la prima volta negli Stati Uniti, era come se stessero andando in Terra Santa. Elvis era il loro più grande idolo”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.