gtag('config', 'UA-102787715-1');

Elvis Presley, perché il re del rock non scriveva le sue canzoni?

Andiamo a vedere perché il re del rock non scriveva le sue canzoni. Sapevate che il Re del Rock and Roll aveva qualche problemino come autore di pezzi? Ebbene sì, è noto che lui fosse un pessimo autore e non fosse assolutamente in grado di scrivere delle canzoni “decenti“. Sembra essere una cosa veramente assurda e impossibile da credere dato che stiamo parlando di un’autentica leggenda della storia del rock. Ma se andiamo a pensarci bene, ci sono anche altri nomi che sono stati veramente incredibili e importanti per la musica, ma non erano “bravi” autori. Uno su tutti potrebbe essere Lucio Battisti, dipendente da Mogol prima e da Pasquale Panella poi.

Elvis Presley non sapeva scrivere le canzoni

Secondo ciò che è stato detto dai suoi vari collaboratori nel corso degli anni, il Nostro non sapeva innanzitutto la base musicale. Secondo le fonti non era particolarmente bravo neppure a comporre le melodie né le armonie. Elvis Presley era infatti relativamente scarso a suonare e pare che non conoscesse moltissimi accordi, sembra infatti che ne conoscesse solamente 3, un numero bassissimo. In realtà, altri collaboratori del nostro, uno tra tutti il musicista Chet Atkins, ha invece rivelato che Elvis Presley non era proprio uno stupido dal punto di vista musicale. Peccato che Elvis non abbia mai ammesso davvero questa cosa.

Elvis Presley insicuro dietro la chitarra

Secondo Chet Atkins Elvis non era così male a suonare la chitarra e in realtà non era vero che conosceva solamente un paio di accordi. Elvis sarebbe stato solamente molto timido, insicuro di sé stesso e molto poco a suo agio dietro lo strumento. Per lui era molto più importante essere un buon cantante che un bravo musicista e, va detto, ci è riuscito benissimo nella sua carriera. Saper utilizzare la voce non è una cosa facile per una persona che ama la musica e con il tempo è complicato gestire il tutto. Elvis Presley ci è riuscito benissimo, anche se non scriveva le sue canzoni.

Elvis aveva una grossa squadra di autori e parolieri

Elvis Presley non scriveva le sue canzoni perché non era capace. In tutta la sua vita, secondo i suoi più stretti collaboratori, non aveva mai scritto un pezzo da zero. Certamente aveva qualche idea più o meno interessante, ma non era in grado di guidare per intero la composizione di un brano. Partire a fare una canzone da zero, dalla strofa al ritornello, per lui era qualcosa di molto difficile. La sua grande fortuna era quello di avere una squadra di autori e parolieri che riusciva a raccogliere i suoi desideri e i suoi suggerimenti per fare un pezzo ordinato e ben fatto. Il timbro e la vocalità del Re del Rock and Roll faceva poi il resto.

E chi se ne frega…

Questo elemento forse un po’ scandaloso per alcuni non deve sorprendere più di tanto. Ci sono stati moltissimi cantanti che non hanno scritto le grandi hit che li hanno resi famosi e magari hanno imparato con il tempo. Un esempio può essere Liam Gallagher che nei primi anni negli Oasis lasciava il posto di songwriter al fratello Noel. Nulla di male, si può sempre fare la storia della musica. Ed Elvis l’ha fatta.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.