gtag('config', 'UA-102787715-1');

Elvis Presley: qual era l’auto preferita del Re del Rock ‘n’ Roll?

Come abbiamo avuto spesso modo di sottolineare, le passioni di Elvis Presley erano molteplici e, molto spesso, ciò ha caratterizzato la volontà di realizzazione, da parte del cantautore statunitense, di intere collezioni che comprendessero i suoi oggetti o le sue marche preferite. Tra le passioni più preponderanti di Elvis Presley c’era quella per l’automobilismo, e per le auto di lusso, che se fossero nuove, economiche o usate punto il re del rock ‘n’ roll aveva, tra le sue passioni più grandi, quella che la porto a collezionare una lista infinita di modelli di auto, cui sono legate storie fantastiche. Ma qual era l’auto preferita di Elvis Presley? La storia ha portato a parlare di un modello incredibilmente unico, definito come Perla Bianca italiana. Vale la pena raccontare la storia di questa auto è la realizzazione della stesso, tale da portare il re del rock’n’roll a ritenerla come una delle sue preferite di sempre.

Qual era l’auto preferita di Elvis Presley?

Al fine di inquadrare quale fosse effettivamente l’auto preferita di Elvis Presley, bisogna considerare in modo del tutto preliminare che il cantante e cantautore statunitense amava marchi di lusso come Cadillac, Rolls-Royce e Mercedes-Benz, pure apprezzando particolarmente anche le auto economiche e usate punto nonostante ciò, la sua auto preferita era un vero e proprio gioiello made in Italy, ribattezzata Perla Bianca italiana. 

L’automobile è stata prodotta all’interno delle carrozzerie padane di Modena fino al 1972. Si trattava di un modello incredibilmente unico, che ha destato tutta la passione da parte dello statunitense, che ha sempre manifestato un grande amore nei confronti delle auto, al fine di osservare i modelli automobilistici anche di notte, richiedendo espressamente di osservare i gioielli prediletti da vicino, dopo che questi stessi erano stati osservati in vetrina.

La storia della Stutz Blackhawk Pearl White, l’auto preferita di Elvis Presley

A questo punto, vogliamo parlarvi più nello specifico della Perla Bianca italiana, un gioiello made in Italy che rappresentava la vera e propria auto preferita da parte del cantante statunitense. L’auto in questione è stata prodotta all’interno delle carrozzerie padane di Modena fino al 1972, prima che la produzione passassi a Cuneo. Si tratta di un modello dalle dimensioni incredibili, dal momento che la stessa misurava ben 6 metri di lunghezza, pur trattandosi di un abitacolo a 4 posti che presentava una serie di accessori di grandissimo livello, soprattutto se rapportati alle dinamiche del tempo.

Di certo l’equipaggiamento non era per tutti, ma Elvis Presley non aveva alcun limite monetario di economico nei confronti delle sue grandi passioni. L’auto in questione fu realizzata da 35 operai altamente specializzati, che curarono nei minimi dettagli La realizzazione in un tempo totale di quasi 900 ore. La minuziosità di questo lavoro spiega il perché delle sole 617 unità prodotte dal 1971 al 1995, per un prezzo che variava dai 115000 ai 285000 dollari. Ovviamente, Elvis Presley non si limitò soltanto ad acquistare l’auto perfettamente accessoriata, ma decise di personalizzarla attraverso interni in cincillà, che dunque lo portarono ad aspettare qualche mese prima di riceverla direttamente all’interno degli Stati Uniti.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.