gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, che rapporto aveva il leader dei Queen con l’Italia?

Il Bel Paese è da sempre meta privilegiata per molte rockstar e personalità eccellenti nel panorama musicale internazionale. Pensiamo al nostrano Festival della Musica Italiana che – soprattutto nelle edizioni passate – ha ospitato moltissimi artisti grandiosi: da David Bowie a Bruce Springsteen, da Sting ai Queen. Proprio l’esibizione della band britannica durante l’edizione del 1984, è la prima cosa che forse ci viene in mente se pensiamo ai Queen in Italia. Ma che rapporto aveva Freddie Mercury con il Bel Paese?

QUEEN, ESIBIZIONE AL FESTIVAL DI SANREMO DEL 1984

Come detto, il primo momento che viene in mente se si pensa al rapporto tra i Queen e l’Italia è l’iconica esibizione della band al Festival di Sanremo. Iconica non tanto per la sua spettacolarità. Certo si parla della band di Freddie Mercury, quindi fu sicuramente un momento storico per la storiografia musicale nostrana. Ma – a conti fatti – l’Italia si mostrò totalmente inadeguata ad ospitare una band del calibro dei Queen e un frontman del livello di Freddie Mercury.

In osservanza della norma sul playback – che costringeva gli ospiti a mimare le proprie canzoni – alla band britannica venne chiesto di fingere semplicemente di suonare. L’edizione del 1984 è passata alla storia proprio per l’eclatante “sabotaggio” di Mercury e della sua band – che hanno fatto capire in tutti i modi al pubblico il trucco del playback.

QUEEN, 14 E 15 SETTEMBRE 1984: FREDDIE MERCURY E SOCI SI ESIBISCONO A MILANO

Quella del 3 Febbraio del 1984 non è stata l’unica apparizione di Freddie Mercury in Italia. Il 14 e il 15 Settembre successivi infatti, i Queen sono approdati a Milano per due storici concerti al Palazzo dello Sport. Quelle due date sono state le uniche occasioni in cui il popolo italiano ha avuto modo di vedere i Queen nella Penisola. I concerti facevano parte del tour promozionale dell’album The Works che in Italia ebbe un grande successo.

Un’esperienza emozionante e indimenticabile per i tanti fan accorsi al Palazzo dello Sport per vedere Freddie Mercury. E una band che – nel periodo precedente – aveva provato a rivoluzionare il proprio sound. Era riuscita nell’impresa di diventare più pop, più commerciale ma senza svendere la propria identità. Per questo la scaletta di quelle due storiche date, è un mix di nuovi pezzi e brani storici. Da Under Pressure – scritta in collaborazione con David Bowie – a Somebody to Love. Dall’emozionate Love of my Life – dedicata a Mary Austin – all’appena uscita Radio Gaga.

QUEEN, L’USCITA DI THE WORKS E IL TOUR PROMOZIONALE

Gli unici due concerti in Italia dei Queen si inquadrano quindi nel tour promozionale del loro undicesimo album in studio, ovvero The Works – pubblicato il 27 Febbraio del 1984. Per il nome bisogna accreditare Roger Taylor che – alla fine delle prime sessioni di registrazione – sembra abbia esclamato: “Let’s give them the works”. La band era infatti in calo dopo la pubblicazione di Hot Space.

L’album del 1984 è ricco di curiosità. La più eclatante è che è l’unico lavoro dei Queen in cui ogni singolo membro della band ha scritto un brano, poi estratto come singolo. Nell’ordine: Radio Ga Ga di Roger Taylor, I Want to Break Free di John Deacon, It’s a Hard Life di Freddie Mercury e Hammer to Fall di Brian May. 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.