gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, Mike Moran svela il momento più bello della carriera del leader dei Queen

Freddie Mercury è stato e rimarrà sempre uno degli artisti più brillanti e di talento della storia della musica. Non solo per la sua militanza all’interno della band britannica dei Queen, ma come performer e icona della cultura di massa a 360°. Sebbene la sua vita sia stata costellata da centinaia di momenti eccezionali – tra performance live e album indimenticabili – ce n’è uno in particolare, durante il quale la sua carriera ha toccato letteralmente il culmine. Scopriamo in questo articolo di quando si tratta.

QUEEN, IL PODCAST SU FREDDIE MERCURY: LE PAROLE DEI SUOI AMICI E CONOSCENTI

E’ partito – in questo 2020 – un podcast molte interessante, incentrato proprio sulla vita e la carriera di Freddie Mercury. Parliamo di Finding Freddie – una serie a puntate nella quale gli amici più stretti, i collaboratori e i conoscenti del cantante dei Queen, svelano come fosse stare accanto a lui. Finding Freddie apre così uno sguardo inedito – e altrimenti impossibile da avere – sull’esistenza di una delle rockstar più iconiche e di successo della musica mondiale.

In una delle puntate più recenti del podcast – nello specifico la numero 6 – ha deciso di parlare il compositore q. La parte in questione si intitola Making Barcelona e – come suggerito – ripercorre il periodo durante il quale Freddie Mercury collaborò con la cantante lirica Montserrat Caballe. Nella sua intervista, Moran ha svelato al pubblico e ai fan del cantante dei Queen, la miglior performance di sempre di Freddie Mercury.

FINDING FREDDIE, MAKING BARCELONA: PARLA MIKE MORAN

“Era uno dei performer più eccezionali con cui abbia mai avuto la fortuna di lavorare. – esordisce il compositore Mike Moran, nel sesto episodio del podcast Finding FreddieEra una vocalist fantastico e aveva un range immenso”. Moran prosegue poi, parlando del periodo durante il quale il leggendario cantante dei Queen collaborò con la cantante lirica spagnola Montserrat Caballe.

“Aveva un grande controllo sulla sua voce, un grande fraseggio. – continua a dire il compositore – non credo che Freddie abbia mai cantato così bene in nessun altro momento della sua vita. Fred non aveva mai provato a cantare l’opera, ma era un grande performer. Avrebbe potuto fare qualsiasi cosa, credo”.

FREDDIE MERCURY, IL TALENTO E LA STOFFA DELLA ROCKSTAR

Secondo Mike Moran dunque, il periodo con Montserrat Caballe ha segnato anche la vetta del talento e delle capacità di Freddie Mercury. “La potenza e la passione che ci metteva erano gli stessi di un tenore all’opera” conclude il compositore. Ma del resto, il cantante dei Queen avrebbe potuto fare qualsiasi cosa – come conferma anche Tim Staffell, vocalist degli Smile, la prima band di Brian May e Roger Taylor.

“Ci diceva sempre che sarebbe diventato una star. – svela Staffell, amico intimo e di vecchia data di Freddie MercuryE’ una grande lezione di autostima, un’autostima che io davvero non possiedo. Se non hai quel tipo di sicurezza in te stesso, sono davvero poche le possibilità che tu possa esibirti come faceva Freddie”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.