Freddie Mercury: quella volta che il leader dei Queen pensò di fondare un supergruppo con Elton John e Rod Steward

Una clamorosa indiscrezione, raccolta direttamente dal New York Post e riguardante Freddie Mercury, è rimbalzata nelle ultime ore, generando non poca curiosità negli amanti del rock e della musica in generale. Secondo quest’indiscrezione stessa, il leader dei Queen pensò di fondare un supergruppo, insieme a Elton John e Rod Stewart. L’idea non si concretizzò mai, lasciando quella che è stata definita una grossa lacuna nella musica contemporanea.

Le dichiarazioni di Rudi Dolezal

E’ stato ancora una volta Rudi Dolezal, produttore austriaco e amico intimo di Freddie Mercury, a parlare. Lo stesso – dopo aver dichiarato in una recente intervista quelle che furono le ultime parole pronunciate dal leader dei Queen prima di morire – ha rilasciato alcune affermazioni circa un progetto di Freddie Mercury, che avrebbe voluto fondare un supergruppo con Rod Stewart ed Elton John.

L’austriaco – che aveva curato il video di “These Are The Days Of Our Lives” – fu invitato a una festa privata di Freddie, dov’erano presenti anche l’allora leader dei Faces ed Elton John.

Nose, Teeth & Hair: il supergruppo che Freddie Mercury voleva creare

Secondo le dichiarazioni di Rudi Dolezal, e secondo anche alcuni cenni che Rod Stewart ha inserito all’interno della sua biografia, è possibile ricostruire parte della storia del progetto. Freddie Mercury voleva costruire un supergruppo insieme a Elton John e Rod Stewart stesso, non nascondendo i difetti di ognuno dei tre membri e – anzi – mettendoli in risalto quanto più possibile.

Per questo motivo, il supergruppo che Freddie Mercury voleva creare si sarebbe dovuto chiamare Nose, Teeth & Hair: i quattro incisivi in più di Freddie erano evidenti, così come il naso di Rod Stewart e i problemi con i capelli di Elton John. Così ha scherzato lo stesso Stewart: “Parlammo della possibilità di formare un supergruppo composto da noi tre. Il nome che avevamo in mente era Nose, Teeth & Hair, una sorta di omaggio alle nostre peculiarità estetiche.”

L’intero progetto nacque una sera a Los Angeles, quando i tre si trovavano all’interno della villa di Bel Air, e il nome venne in mente all’allora leader dei Faces. Secondo quest’ultimo, il progetto era quello di presentarsi, sui palchi, vestiti come le Beverley Sisters. Con una punta di amarezza Stewart ha dichiarato, nella sua biografia, che la mancata realizzazione di questo supergruppo è stata una grande lacuna nella musica contemporanea.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.