Gretest Hits degli Eagles: è l’album più venduto, battuto Micheal Jackson

Vendite negli Stati Uniti: Greatest Hits degli Eagles è il primo

Cade uno dei record che sembrava essere più longevo e duraturo nella storia della musica. Guardando alla classifica di vendite negli Stati Uniti, tra i più grandi paesi leader di sempre nell’ambito della musica, uno dei pilastri è caduto. Sembrava essere un processo irreversibile, indistruttibile addirittura. Così non è stato, perchè Thriller di Michael Jackson non è più l’album più venduto di sempre nelle classifiche statunitensi. Il primato è stato acquisito da un altro grande capolavoro: il Greatest Hits degli Eagles (anni che vanno dal ’71 al ’75). 38 milioni di copie vendute soltanto negli Stati Uniti, la testa di una classifica che sembrava insormontabile e tutti gli onori del caso per un album che giunge a pieno merito a questo obiettivo.

Thriller di Michael Jackson non perde il suo primato

Scavalcato, sì, ma certamente non sconfitto. Si può opinare sul fatto che Micheal Jackson sia o non sia propriamente rock, ma non sul fatto che il suo contributo nella storia della musica sia stato (e sia, ancora, nonostante fisicamente non ci sia più) enorme. Lo certificano – se vogliamo proprio ricorrere alla statistica – le vendite stesse: alcuni tra i prodotti sfornati dallo statunitense sono nei piani più alti di ogni classifica relativa alle vendite.

Non bisogna, inoltre, dimenticare di fare una considerazione a livello mondiale e non soltanto statunitense. E’ pur vero che – soltanto negli Stati Uniti – gli Eagles hanno battuto Micheal Jackson con 38 milioni di copie vendute contro 33 (che non solo comunque pochi!). Se allarghiamo il nostro raggio d’interesse, però, ci rendiamo conto che i 100 milioni totali di copie vendute da parte dell’immortale album dello statunitense sono ancora un ostacolo irrangiungibile. Chissà se un giorno questa tendenza cambierà…

I criteri di selezione che hanno portato il Greatest Hits degli Eagles in cima

Grande la soddisfazione da parte degli Eagles. Il primo commento è stato chiaro: “Vogliamo ringraziare le nostre famiglie, i nostri manager, tutta la nostra squadra, le persone che lavorano alla radio e, soprattutto, i nostri fedelissimi fan che ci sono rimasti sempre vicini negli alti e bassi di questi 46 anni”. A commentare è stato Don Hanley, cantante e batterista della band, che ha aggiunto: “È stata una cavalcata meravigliosa”. Alla gioia totale si è aggiunta anche la ciliegina sulla torta: Hotel California si piazza sul gradino più basso del podio. 26 milioni di copie vendute per l’album capolavoro.

Ma quali sono stati i criteri di selezione che hanno portato il Greatest Hits degli Eagles in cima? Certamente le epoche sono cambiate, e non vale più soltanto la vendita fisica di un album. Per questo la Riaa (Recording Industry Association of America) si è basata anche su altri parametri per formulare la sua classifica. E’ stato considerato il download su Youtube, Spotify e altre piattaforme streaming, con una scala di comparazione; 1500 streaming o 10 download equivalgono alla vendita di un album.

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.