gtag('config', 'UA-102787715-1');

Green Day, rivelato il nome del nuovo album (ispirato agli Slayer)

I Green Day hanno rivelato rivelano che il titolo del nuovo album è stato ispirato da Kerry King degli Slayer. “È un titolo veramente tosto, come loro“, ha detto Billie Joe Armstrong, il leader e cantante della band punkrock. Pare che il titolo del loro prossimo album sia stato ispirato dai consigli di Kerry King degli Slayer. Billie Joe Armstrong ha rivelato: “Davvero è stato Kerry King degli Slayer, hanno un album chiamato “God Hates Us All” e si chiedeva: “Credi davvero che Dio ci odi tutti?” E risposi:” Non lo so! È solo un titolo tosto!”. Non appena il titolo venne pubblicato, ho pensato: “Oh amico, questo è buono”. La band ha anche detto come hanno esplorato una grande varietà di generi mentre si preparavano per il disco.

DISCO MALIZIOSO E DIVERTENTE

Non vogliamo fare ciò che tutti si aspetterebbero da noi, quindi è stato un po’ malizioso e divertente” ha spiegato Tre Cool. “Questa era l’idea di base“. “C’è una cruna molto sottile in cui ci si può infilare l’ago, perché vogliamo provare nuove cose, ma vogliamo sempre assicurarci che siano i veri Green Day, sai?” ha aggiunto Armstrong. I Green Day si stanno preparando per partire per il tour che li vedrà girare il mondo con artisti del calibro di Fall Out Boy e i Weezer. Le date inizieranno in Europa, con concerti nel Regno Unito e in Irlanda che si terranno alla fine di giugno. Tutti e tre torneranno poi in Nord America per un tour principale tra luglio e agosto.

COME SARÀ IL NUOVO DISCO?

Father Of All…” dovrebbe essere rilasciato sulle varie piattaforme di streaming il 7 febbraio 2020. Il frontman Billie Joe ha scritto: “Questo disco è una grande novità! Soul, motown, glam e inni super. Punk, maniaci e punitori!” Ha poi aggiunto che i testi non riguarderanno la politica ma la vita e la morte e lo stile di vita del fregarsene. In un’altra Armstrong ha suggerito che voleva che “Father Of All…”, il primo singolo uscito, facesse stare male le persone. Per lui: “Il rock and roll a volte è diventato così mansueto perché molti spettacoli rock cercano sempre di cercare la canzone del benessere dell’anno o qualcosa del genere“.

LA COPERTINA DEL NUOVO ALBUM

Tutto viene davvero annacquato e succoso, e penso che la musica rock dovrebbe farti stare male.” Per questo motivo, è stata scelta una copertina di quel tipo, che potete vedere sul web. L’artwork si rifà alla copertina dell’album American Idiot del 2004. Ricorderete il braccio e la mano che tengono in mano una granata a forma di cuore appena visibile in alto a destra. Con questo nuovo disco invece i nomi della band e del titolo sono stati scarabocchiati sopra insieme ad un unicorno mohawked che vomita arcobaleni sopra il braccio. “Il nostro motto?? “Nulla dice di fottertene di tutto come un unicorno”.

LA DURATA DEL DISCO

Parlando con Zane Lowe su quale sarebbe il tono del nuovo album, Billie Joe ha detto: “C’è molta depressione, ma con un senso dell’umorismo. Ma anche il modo in cui il mondo funziona in questo momento che viviamo proprio. Un momento di caos completo e totale dato che ora è arrivato Trump. Quindi sta solo cercando di riflettere cosa sta succedendo. Non c’entra scrivere canzoni politiche, ma solo scrivere cose [su] la merda che vedi ogni giorno. L’album sarà veloce“. Armstrong ha rivelato nella sua intervista che avrebbe registrato 10 tracce della durata totale di 26 minuti, rendendolo il disco più corto che abbiano mai realizzato. Armstrong ha suggerito che sarà il più breve da “Dookie” o “Insomniac“, che durano rispettivamente per 39:38 minuti e 32:49 minuti.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.