Incredibile assolo di Slash a Firenze

Slash ha suonato il famosissimo tema del Padrino

E’ successo a Firenze, durante l’esibizione dei Guns N’ Roses nell’ambito del Firenze Rocks. Slash, il celebre chitarrista dei Guns stessi, ha dato grande prova delle sue abilità con la chitarra; ha infatti suonato il famosissimo tema del Padrino. Il suo assolo, certamente non nuovo nella storia del rock, è stato molto apprezzato e ha visto il delirio da parte del pubblico presente a Firenze.

In questi giorni il pubblico accorso da tantissime parti d’Italia non può certamente lamentarsi.  Sta, infatti, avendo l’opportunità di essere spettatore di grandissimi momenti, pieni di spettacolo e qualità. In quest’articolo vogliamo raccontarti la storia di questo assolo, e soprattutto cosa è successo nell’esibizione di ieri.

Tema del Padrino, un marchio di fabbrica di Slash

Bisogna, innanzitutto, far chiarezza. Il brano in questione è il tema del Padrino, un marchio di fabbrica di Slash che l’ha fatto suo, dandogli anche la giusta e meritata fama. Tuttavia, il brano conosciuto essenzialmente attraverso la sua versione strumentale (The Godfather theme), è dotato anche di testo. Il brano con il testo, cantato da Andy Williams, è conosciuto come “Speak Softly, Love” (parla piano, amore). Si tratta di un testo le cui parole sono state scritte da Larry Kusik, mentre la musica da Nino Rota. Il brano, che è stato utilizzato per la colonna sonora del primo film della trilogia del Padrino, è stato poi utilizzato anche nelle parti II e III.

Numerosissime sono state le cover del pezzo: tra le più celebri, si trovano certamente quelle di Placido Domingo, Bobby Vinton e – chiaramente – Slash. Il chitarrista dei Guns N’ Roses ha reinterpretato il brano in chiave hard rock, chiaramente utilizzando soltanto la versione strumentale del brano stesso. Il tema è stato fondamentale in ogni esibizione di Slash, che acquisisce il ruolo di vero e proprio protagonista, dando il meglio di sè, suonando la canzone stessa. Ultima, in ordine di tempo, è stata proprio l’esibizione a Firenze.

L’esibizione di Slash al Firenze Rocks

Non ha tradito le aspettative, il buon vecchio Slash, neanche al Firenze Rocks. Inizia dal nulla l’esibizione di Slash al Firenze Rocks: le prime note sono necessarie per svelare cosa stia per suonare e il pubblico reagisce a dovere, con il delirio. C’è addirittura chi canta sulle note, le mani sono alzate e Slash carezza la sua chitarra. All’improvviso, però, si scatena: la velocità della sua mano aumenta considerevolmente, l’assolo diventa capolavoro e non si può che rimanere basiti di fronte a quanto si vede.

Non è più soltanto il tema del Padrino, è Slash che prende il controllo il totale della sua chitarra, diventa un tutt’uno con essa, quasi per una strana magia che lo fa fondere con lo strumento. E per chi aveva dubbi sulla qualità del chitarrista e dei Guns, è bastata un’esibizione per smentire. I Guns sono tornati? Forse i Guns non sono mai andati via.

si ringrazia Fabio Bressan  per il video

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.