gtag('config', 'UA-102787715-1');

Guns N’ Roses, Slash ricorda la prima reunion della band nel 2016

In occasione di una recente intervista, Slash ha scelto di raccontare un momento importante della sua carriera. Lo storico chitarrista dei Guns N’ Roses parla del primo concerto della sua band dopo la scelta di riunirsi nel 2016. Lo ha fatto in occasione di un trailer che promuove un’iniziativa mirata alla valorizzazione dei luoghi più importanti della musica statunitense. Ecco cosa ha detto in occasione di un video pubblicato anche su YouTube.

Il ritorno di Slash nel luogo del primo spettacolo con i Guns N’ Roses

Slash ha rilasciato l’intervista in questione non in un luogo qualsiasi. Il noto chitarrista ha condiviso i suoi ricordi principali al locale The Troubadour, proprio dove ha effettuato il primo spettacolo in senso assoluto insieme ai Guns N’ Roses“Il nostro percorso è iniziato proprio in questo luogo sorprendente”, esordisce il noto musicista. “Abbiamo organizzato uno spettacolo nel 1985, insieme a Tom Zutaut dei Geffen. È qui che abbiamo cominciato davvero a suonare, ricordo benissimo quel momento. Riempivamo questi locali fino al sold out grazie ad un passaparola di proporzioni enormi. Venivano a vederci categorie ben distinti, dai rocker appassionati di punk hardcore ai surfisti, dai glam ai metalhead. Era un pubblico molto confuso, ma ogni momento diventava fantastico“.

Il primo concerto dei Guns N’ Roses dopo la reunion del 2016

Un altro momento che Slash non può dimenticare all’interno del The Troubadour riguarda la reunion del 2016“I Guns sono tornati qui nel 2016, per me era il primo spettacolo con loro dopo 20 anni. Quando abbiamo iniziato a caricare il soundcheck, mi sono sentito come di nuovo nel 1984. Suonare brani come Welcome to the Jungle dopo tutto quel tempo è stato indescrivibile, impossibile da esprimere a parole. Avevamo molta più attrezzatura di quella che ha attualmente questo club, abbiamo fatto tremare i muri di questo locale. Siamo stati molto felici di suonare qui per il nostro primo evento dopo la nostra reunion”. Sono ben due, quindi, i momenti fondamentali che legano Slash ad un locale ricco di storia e fascino.

Folklore, l’iniziativa alla quale ha preso parte anche Slash

L’intervista di Slash viene racchiusa in un trailer proposto dalla National Independent Venue Association per l’iniziativa #SOSFest. Si tratta di un festival di tre giorni tenutosi tra il 16 e il 18 ottobre, con 35 artisti che si esibiscono in streaming dalle sedi di concerti indipendenti più iconiche degli Stati Uniti. Il chitarrista si è reso protagonista della serie Folklore, che parla dei luoghi indipendenti d’America dal punto di vista dei musicisti stessi. Ciascun locale viene considerato un simbolo di cultura e tradizione, che viene tramandato grazie ad anni di storie condivise sia sui palchi che dietro le quinte di ogni artista.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)