I 5 dischi più rari e costosi al mondo

Quali sono i dischi più rari e costosi al mondo?

Veri e propri classici, pur nella loro rarità, i dischi più rari e costosi al mondo rappresentano il sogno di migliaia e migliaia di appassionati. Alcuni sembrano proprio irrangiungili, mentre per altri… chissà. Intanto, vediamo insieme quali sono i dischi più rari e costosi al mondo.

La copia 00001 di White Album

Classico dei classici, la copia personale di Ringo Starr di White Album dei Beatles. L’album nello specifico, la cui copia ha il vanto di essere la numero 00001, non è certamente passata inosservata nella storia, ed è stata venduta alla tutt’altro che modica cifra di 790 mila dollari! La cifra, rispetto a tutte le altre che vedremo, è a dir poco esorbitante.

Una versione di Space Oddity

Tra i dischi più rari e costosi al mondo c’è anche una particolare copia del singolo di Space Oddity, di David Bowie. Il singolo fu pubblicato con una copertina particolare, che rappresentò un unicum nella storia. Ad oggi, si dice, ci sono soltanto due copie al mondo con questa copertina, e non valgono meno di 3 mila dollari l’una.

That’ll Be The Day/In Spite Of All The Danger dei The Quarrymen

La rarità di questo vinile è data dal fatto che i The Quarrymen ben presto si sarebbero trasformati nei ben più noti Beatles. Il disco, pertanto, non venne mai pubblicato: ne esiste una sola copia, che fu registrata all’interno di un negozio di articoli elettrici, e vale più di 100 mila sterline. Lo stesso singolo dell’album, raro tanto quanto l’album stesso, ne vale 10 mila.

Il package della EMI (con Bohemian Rhapsody)

In occasione di un suo evento, per sponsorizzare quello stesso l’etichetta discografica EMI utilizzò un package. Conteneva, insieme a numerosi altri gadget, un 45 giri di Bohemian Rhapsody dei Queen. Oggi, l’intero complesso vale esattamente 5000 dollari.

God Save The Queen dei Sex Pistols

Il singolo facente parte del primo album in studio dei Sex Pistols rappresentò, nel momento in cui fu pubblicato, certamente un successo nell’ondata punk del tempo. Il disco fu però ben presto ritirato dal mercato, e oggi rappresenta una vera e propria rarità. E’ stato venduto, infatti, per un valore pari a 10 mila euro. Lo stesso vinile God Save The Queen/No Feelings è raro (ne erano stati stampati solo 300, e non uscirono mai dai negozi, ma furono regalati ai dirigenti della casa discografica), e ha un valore pari a 8 mila sterline.

La versione embrionale di The Velvet Underground & Nico

Bonus di quest’articolo è il sesto disco, dal valore certamente non irrilevante, dei Velvet Underground. Il primo album in studio della band psichedelica ha avuto diverse e varie versioni, soprattuto per quanto riguarda la copertina (le prime copie c’era la possibilità di sbucciare la banana, addirittura). Le primissime copie, però, poi non più diffuse, oggi valgono una fortuna: circa 35 mila dollari per permettersi una versione di The Velvet Underground & Nico, con tanto di genesi del disco all’interno!

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.