gtag('config', 'UA-102787715-1');

I cinque brani Punk più importanti di sempre

Il Punk Rock è uno dei generi più importanti per delineare un identikit dettagliato delle rivoluzioni socioculturali avute luogo nel fervente secolo ‘900. Si trattò di un movimento di controcultura, i cui ideali, gettavano le radici in un modo di fare musica aggressivo e rabbioso, diffusosi a macchia d’olio tra il 1976 ed il 1979. I brani composti dai massimi esponenti del Punk degli anni d’oro prevedevano paradigmi compositivi semplici, accomunati da ritmiche veloci, durate brevi e testi di stampo provocatorio e violento; spesso a sfondo politico.

Con il termine “Punk” vennero, inizialmente, connotati tutti i gruppi che erano soliti suonare Rock da Garage. Dai Ramones agli Heartbreakers, la cultura statunitense cominciò ad essere inondata dalle opere dei grandi nomi del Punk. Quasi in simultanea, nel Regno Unito mossero i primi passi icone del genere come i Clash ed i Sex Pistols. Nel corso degli anni, il movimento ha subito diversi cambi di rotta e modifiche, giungendo ad una rinascita tra gli anni ’90 ed il Terzo Millennio. In quest’articolo, abbiamo raccolto alcuni tra i brani più importanti nella storia del Punk.

Ramones – I Wanna Be Sedated

Tratta dall’album del 1978, Road To Ruin, I Wanna Be Sedated è uno dei brani più evocativi della band che ha fatto, più di tutte, la storia del Punk negli Stati Uniti. I Ramones erano l’esempio lampante dell’importanza fondamentale dell’attitudine per un Rocker. Sebbene, infatti, non godessero di un background tecnico e musicale adeguato, i Ramones hanno scolpito il proprio nome nella leggenda attraverso brani adrenalinici, simbolo indiscusso della contro cultura del Punk. I Wanna Be Sedated è la quintessenza di tutto questo. Una canzone dal contributo storico impressionante, impossibile da non citare in questa sede.

The Heartbreakers – Born To Lose

Da nono confondere con l’iconica band di Tom Petty, gli Heartbreakers sono conosciuti, principalmente, con il nome di Johnny Thunders & The Heartbreakers. La band nacque nel 1975, ma già a partire dall’anno successivo subì alcuni cambi di rotta. Nel corso della loro carriera, gli Heartbreakers hanno goduto di ben pochi consensi, vedendosi costretti ad emigrare in Inghilterra per un contratto discografico. Il loro percorso, seppur breve, durò abbastanza affinché componessero un inno assoluto del Punk, Born To Lose. Si tratta di una traccia perfetta per incarnare lo spirito duro ed indomito del movimento. Born To Lose è uno dei brani più importanti nella storia del Punk.

Vice Squad – Last Rockers

Formatisi nel 1978 a Bristol, in Inghilterra, i Vice Squad sono stati una band fondamentale per la storia del Punk Rock. Spinti dalla forza compositrice di Beki Bondage, cantante della band, i Vice Squad arrivarono a firmare un contratto con la major EMI. Beki rappresenta, per molti, una grande fonte d’ispirazione, specie nel Punk Rock femminile. Last Rockers è un brano adrenalinico, dalla struttura compositiva basilare, in cui traspare chiaramente la rabbia e l’aggressività di una band ribelle ed iconica.

The Clash – London Calling

Poco da dire su London Calling. Un classico senza tempo della cultura musicale contemporanea. Quanto fatto dai Clash e dalla loro opera ha avuto dell’incredibile. La band è riuscita a rivoluzionare il modo di fare Punk attraverso una commistione sonora impegnata, decisamente più eclettica rispetto a quanto proposto dalle altre band a loro contemporanee. Il brano più famoso del gruppo è, sicuramente, London Calling. Potentissimo monito alla ribellione dalle atmosfere post-apocalittiche.

Sex Pistols – God Save The Queen

Il secondo singolo discografico dei Sex Pistols, God Save The Queen, contribuì ampiamente a scolpire il loro nome nella storia. God Save The Queen è uno dei brani più importanti nella storia del Punk, vista la sua natura sovversiva ed il simbolismo che ha assunto venendo pubblicata durante il Giubileo d’Argento della Regina Elisabetta II d’Inghilterra. Era il 10 giugno del 1977, infatti, quando la band tentò di suonare la canzone su una barca sul Tamigi di fronte al palazzo di Westminster, all’interno del quale si teneva il Giubileo. Dopo un’accesa rissa, comunque, la barca attraccò e undici persone furono arrestate.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)