jamie-bennington-grey-daze

Jamie Bennington: figlio di Chester ingaggiato dalla prima band del padre

 

Jamie Bennington, figlio del compianto Chester Bennington, è stato ingaggiato dalla prima band del padre, i GREY DAZE, per registrare alcuni vecchi brani inediti.

Oltre a Jamie Bennington, la band ha reclutato altri importanti personaggi del mondo della musica: Brian Welch (KORN), James Shaffer (KORN), Marcos Curiel (P.O.D.), Chris Traynor (BUSH) e Ryan Shuck (DEAD BY SUNRISE).

L’annuncio è stato effettuato dalla stessa band tramite i social network con queste parole: “Chester sarebbe molto fiero di suo figlio. Jamie ha cantato con noi agli NRG Recording Studios; la sua voce è stupenda ed è molto simile a quella di suo padre. Siamo molto fieri di far parte di tutto questo.”

Chi sono i GREY DAZE?

I GREY DAZE furono un gruppo grunge/alternative rock formatosi a Phoenix (Arizona, USA) nel 1993 per volere di Chester Bennington e Sean Dowdell. Oltre a loro due presero parte al gruppo Jason Barnes, successivamente sostituito da  Bobby Benish alla chitarra e Jonathan Krause al basso.

Il gruppo pubblicò solamente 2 album in studio: Wake Up nel 1994 e No Sun Today nel 1997 in cui, però, al basso suonò Mace Beyers al posto di Krause.

Nel 1998 a causa di alcuni diverbi tra Chester Bennington e Sean Dowdell, il cantante fu costretto ad abbandonare il gruppo, approdando così negli HYBRID THEORY in seguito divenuti LINKIN PARK. Insieme a Bennington, anche Beyers abbandonò il gruppo.

A seguito di questi abbandoni, subentrarono nella band Jodi Wendt come cantante e Dave Sardegna come bassista.

Il gruppo, con questa formazione, mantenne ancora per sei mesi il nome di GREY DAZE, cambiandolo poi in WATERFACE. Tuttavia la band si sciolse nel 2001.

Dopo lo scioglimento

Bennington, nel settembre del 2002, tentò di riunire il gruppo in onore del chitarrista Bobby Benish, affetto da tumore al cervello causato da un incidente stradale, senza però riuscire a realizzare l’intento. Benish morì due anni dopo.

Nel 2017 il gruppo annuncio di volersi riunire con la formazione originale in un concerto che si sarebbe dovuto tenere presso il The Marque di Temple il 23 settembre. Tuttavia, come ben sappiamo, Bennington passò a miglior vita il 20 luglio non potendo così realizzare l’intento del gruppo.

Share

Gioele Gasparetto, classe '99. Tante passioni tra cui musica e ciclismo. Bassista di una band metal torinese e amante della musica in ogni sua forma, dal metal al blues, dall'hard rock alla musica classica. Appassionato di hard rock, progressive rock e heavy metal anni '70 e '80. Esperto articolista in aneddoti legati all'hard rock. (gioele.gaspa@gmail.com)