Chitarra del futuro, Jammy, chitarra midi, chitarra componibile digitale

Come saranno le chitarre del futuro? Pubblicato il prototipo della chitarra digitale

Tra gli strumenti musicali che hanno fatto la storia della maggior parte dei generi musicali c’è, sicuramente, la chitarra. Elencare tutti i tipi e i modelli di chitarre appare come assolutamente impossibile ma, a tutti quelli che conosciamo e che, in qualche modo, hanno fatto la storia guadagnando anche il nostro affetto e la nostra passione, se ne aggiungerà presto un nuovo: si tratta di Jammy, una chitarra digitale e portatile pronta a rivoluzionare il mondo della musica attraverso la propria struttura e le proprie qualità. Ecco tutto ciò che sappiamo sul prototipo della chitarra digitale. 

Che cos’è Jammy, la chitarra digitale che potrebbe rivoluzionare il mondo della musica

Siete amanti delle chitarre e non sapete come trasportarla da una parte all’altra del mondo? Avete paura di stonature o altre sbavature musicali nonostante vi sentiate preparati? Jammy, la nuova chitarra digitale che potrebbe rappresentare l’esempio di chitarra del futuro, è stata pensata proprio per risolvere due problematiche piuttosto comuni nel mondo della musica.

Le due caratteristiche principali di Jammy sono, in effetti, la sua struttura – che la rende assolutamente portatile e smontabile – e il suo impianto tecnologico, che riduce al minimo qualsiasi tipo di errore. Allo stesso tempo, però, non si rinuncia alle caratteristiche principali di una chitarra: le corde sono quelle di una vera chitarra, così come tutte le parti dello strumento stesso, che possono – però – essere staccate e portate addirittura in uno zaino.

Allo stesso tempo, alla chitarra si possono collegare auricolari e amplificatori; grazie ad un’applicazione specifica, inoltre, si può controllare direttamente il proprio strumento, cambiando le sue sonorità, passando da acustico ad elettrico e aggiungendo effetti di diverso tipo. L’unica pecca di questa chitarra? Probabilmente il costo: lo strumento costerà almeno 500 dollari e non sarà accessibile a tutti.

Tutte le novità tecnologiche presenti nella chitarra del futuro

Nonostante le due peculiarità principali, Jammy presenta anche ulteriori novità tecnologiche, che permettono allo strumento di presentarsi come prototipo di chitarra del futuro. In generale si può pensare alla chitarra come un controller MIDI con suoni integrati, che permette ad ogni chitarrista di sbagliare difficilmente: essendo integrati, in effetti, difficilmente i suoni subiranno delle sbavature o delle stonature.

Nonostante la grande innovazione tecnologica, ovviamente, non è semplice dire che Jammy possa essere sicuramente la chitarra che vedremo, in futuro, sui palchi e in ogni studio di registrazione. Le pecche, dal punto di vista sonoro, sono parecchie e la natura dello strumento sembra eliminare quelle peculiarità che differenziano ogni chitarrista. E voi, che cosa ne pensate della chitarra del futuro?

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.