gtag('config', 'UA-102787715-1');

Jimi Hendrix: pubblicata in l’anteprima di “Foxy Lady” tratto dal nuovo film sullo statunitense

È stato pubblicato, in anteprima, il nuovo singolo di Jimi Hendrix tratto direttamente dal docufilm “Music, Money, Madness… Jimi Hendrix a Maui”. In singolo in questione, Foxy Lady, riguarda l’incredibile concerto della Jimi Hendrix Experience nella seconda delle isole hawaiane, Maui. L’esibizione in questione fece parte di un progetto molto più complesso che fu richiesto direttamente dalla casa discografica di Jimi Hendrix, e che prevedeva una partecipazione dello stesso e chitarrista statunitense. Il docufilm in questione uscirà il prossimo 20 novembre del 2020, e potrà dare un ulteriore testimonianza di un progetto nato con ottime determinazioni ma che, poi, si è rivelato essere piuttosto fallimentare nella sua struttura, nonostante il celebre e splendido concerto di Jimi Hendrix.

Il progetto Rainbow Bridge e il ruolo di Jimi Hendrix

Al fine di comprendere quale fu il ruolo di Jimi Hendrix all’interno del progetto di cui vi abbiamo precedentemente parlato, bisogna fare un passo indietro e considerare il progetto in questione, un film intitolato Rainbow Bridge che voleva essere finanziato direttamente dai produttori di Jimi Hendrix attraverso un accordo preso con la Warner Bros. La casa di produzione cinematografica si sarebbe offerta di finanziare il film in questione, in cambio di una colonna sonora composta direttamente da Jimi Hendrix. Il film, la cui traduzione suggerisce di impronta ideologica e di pensiero che i suoi produttori volevano offrire, era ispirato ad Easy Rider, e dava l’idea di un ponte arcobaleno tra due mondi, quello degli Illuminati e quello dei non illuminati, attraverso la presenza di qualsiasi elemento, dal surf allo yoga, dalla meditazione ad altre arti di questo stesso tipo, ma soprattutto data la presenza di attori non professionisti che, nel corso delle riprese, si rivelarono non essere all’altezza del compito per il quale erano stati scelti.

Il film in questione, dunque, dipende molto presto un’accozzaglia quasi cacofonica di eccessi e sport che sembravano essere presentati a caso all’interno della pellicola. Tuttavia, il punto più alto di questa pellicola stessa doveva essere rappresentato dal concerto di Jimi Hendrix a Maui, la seconda delle isole hawaiane, in compagnia della sua Experience; il concerto in questione si svolse in uno splendido sfondo naturale, attraverso quel solito e riconosciuto talento del chitarrista statunitense che, allo stesso tempo, si accompagnò a problemi tecnici che hanno portato necessariamente ad una sovraincisione delle tracce realizzate dal vivo. Chi ha potuto godere dal vivo di questo splendido concerto ha certamente goduto di sensazioni differenti rispetto a chi l’ha visto osservata all’interno di film e documentari.

Il nuovo docufilm “Music, Money, Madness… Jimi Hendrix a Maui”

Sulla base di queste considerazioni, possiamo parlare con più compiutezza del docufilm “Music, Money, Madness… Jimi Hendrix a Maui”, realizzato in memoria di questo incredibile ma caotico progetto che vede protagonista Jimi Hendrix. Il docufilm in questione uscirà il prossimo 20 novembre del 2020, racconterà la visita della Jimi Experience band a Maui e si arricchirà di una serie di immagini inedite e particolari, che riguarderanno anche il progetto Rainbow Bridge. Il progetto include non soltanto il documentario completo e le riprese cinematografiche a colori, ma anche la versione audio Live in Maui e la rimasterizzazione delle canzoni suonate dati i problemi tecnici.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.