Jimmy Page, Johnny Cash, concerto in prigione

Quella volta che Jimmy Page andò in carcere per Johnny Cash

Attraverso un nuovo post su Instagram, Jimmy Page ha condiviso l’immagine di una delle leggende della musica statunitense, Johnny Cash. Ricordando il suo grande operato, il chitarrista dei Led Zeppelin ha sottolineato anche quell’occasione in cui ha visitato la prigione femminile di Halloway. Mettendo a paragone la sua esperienza con quella straordinaria di Johnny Cash, che deve parte del suo successo anche alle realizzazioni effettuate in prigione, Jimmy Page ha voluto così unire un fatto storico con la sua personale esperienza.

At Folsom Prison e At San Quentin, i due album registrati in prigione da Johnny Cash

Tra i più grandi successi del cantante e attore statunitense Johnny Cash non si può non sottolineare quello derivato dalla realizzazione di due incredibili album, entrambi tratti da esibizioni live in carceri di massima sicurezza. I due album in questione, At Folsom Prison e At San Quentin, sono stati positivamente accolti sia dal pubblico che dalla critica, non soltanto per l’audace mossa di suonare in prigione, ma anche per la qualità dei contenuti.

Il secondo dei due album, At San Quentin, è stato rilasciato il 5 giugno del 1969, e ha sfidato anche la censura. Successivamente, Johnny Cash ha suonato in altre due prigioni: quella di Osteraker in Svezia (da cui è derivato un album del 1972), e quella di Tennessee nel 1976, che ha visto la realizzazione di un documentario e di un album postumo.

Il concerto di Jimmy Page in prigione e il post commemorativo per il collega statunitense

Se Johnny Cash deve parte del suo successo ai concerti realizzati in prigione, non si può dire lo stesso per Jimmy Page, che invece basa la sua celebrità su ben altro. Eppure, anche il chitarrista dei Led Zeppelin si è esibito in prigione, anche se una sola volta, suonando all’interno della prigione femminile di Halloway.

Per questo motivo, considerando anche l’ispirazione che il chitarrista ha avuto dal cantante statunitense, si può dire che Jimmy Page è andato in prigione proprio a causa di Johnny Cash, per conoscere cioè quel mondo con cui si era più volte rapportato. Attraverso un post su Instagram, il chitarrista dei Led Zeppelin ha sottolineato proprio questo: “In questo giorno del 1969, Johnny Cash pubblicò il suo leggendario album di prigione San Quentin. Ho suonato una sola volta in una prigione, la prigione femminile di Holloway a Londra con Neil Christian e i crociati.”

Poi ha continuato: “Johnny Cash è nato il 26 febbraio 1932 a Kingsland, in Arkansas, e nel giorno del suo 33esimo compleanno, nel 1965, è stato rilasciato il mio singolo, She Just Satisfies”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.