gtag('config', 'UA-102787715-1');

Jimmy Page: “Ecco chi è il mio batterista preferito”

Negli anni ’80, Jimmy Page mise insieme il super gruppo dei Firm, accanto a Paul Rodgers. Il leggendario chitarrista dei Led Zeppelin decise di mettere il progetto in pausa finché non avrebbe trovato un batterista perfetto per le sue esigenze. Il formidabile artista in questione rispose al nome di Chris Slade che, più tardi, sarebbe stato principalmente conosciuto per essere un membro della Hard Rock band australiana degli AC/DC. Quando il batterista ricevette la chiamata alle armi di Jimmy Page, questi aveva già collaborato con Tom Jones e la Manfred Mann’s Heart Band. Era il 1984. All’epoca, però, Chris aveva già ricevuto una proposta dal chitarrista dei Pink Floyd, David Gilmour. Questo spaventò Page, a causa di un possibile rifiuto di Slade.

Nel corso di un’intervista rilasciata da Chris Slade per Rolling Stone, il batterista disse: “Ricevetti una chiamata da David Gilmour e non potetti credere alle mie orecchie. Mi disse che stava mettendo insieme una band e che gli sarebbe piaciuto se avessi suonato la batteria per lui. Gli risposi che sarebbe stato assolutamente fantastico, ma che al momento, fossi impegnato con la band di Mick Ralphs. David e Mick erano amici, quindi Gilmour comprese la situazione. Gli spiegai che l’avrei informato quanto prima e lui rispose che aveva intenzione di iniziare in un mese o giù di li”.

La conversazione tra Jimmy Page e il batterista

Chris portò, quindi, sua moglie in un pub vicino per poterne discutere a cena e per celebrare il suo nuovo ingaggio. Andando avanti con il colloquio, il batterista ha rivelato che, di ritorno a casa, ricevette subito la chiamata di Jimmy Page. “Afferrai il telefono e dall’altro lato della cornetta c’era Jimmy Page – ha detto – Pensai che fosse uno scherzo, dovette contraddirmi più volte. Mi disse che lui e Paul Rodgers stavano mettendo su una band e che gli avrebbe fatto piacere se avessi suonato con loro”.

Il batterista ha proseguito spiegando di aver repentinamente spiegato a Jimmy Page la sua condizione, parlandogli della strana coincidenza per cui David Gilmour l’avrebbe voluto in tour con lui. Slade non è stato timido nel rivelare le sue perplessità in merito. “Ero molto intimorito, pensai che fosse la fine – ha affermato – Jimmy rispose che avrebbero aspettato volentieri”. Il batterista ha concluso l’intervista spiegando di essere rimasto immobile al telefono per molti istanti, finché Page non ha risposto dicendo: “Teniamoci in contatto, abbiamo deciso che vogliamo te alla batteria”. Quel giorno, Chris si rese conto di aver conquistato due ingaggi a dir poco straordinari, decidendo di portare, di nuovo, sua moglie a cena.

 

 

 
 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)