gtag('config', 'UA-102787715-1');

Jimmy Page: La storia delle sue chitarre più importanti

Da Blackie a Lucille, fino ad arrivare a Lenny. La storia del Rock ha concentrato alcuni dei suoi attimi più significativi accanto ai nomi di donna che i più grandi chitarristi di tutti i tempi hanno dato ai loro strumenti. Il legame che intercorre tra un musicista e la sua chitarra, è dei più forti. Nonostante non esistano, di fatto, chitarristi che, nel corso della loro carriera, abbiano utilizzato un solo ed unico strumento; va comunque detto che alcuni spiccano sempre per importanza affettiva. La figura del leggendario chitarrista dei Led Zeppelin, Jimmy Page, viene da sempre accompagnata da quella di un modello di chitarra altrettanto iconico. La Gibson Les Paul.

Nel corso della sua straordinaria carriera, Jimmy Page ha imbracciato diverse chitarre, più o meno importanti nel suo percorso artistico; la storia, però, testimonia la sua connessione spontanea con la Gibson Les Paul, sia per ragioni estetiche che, ovviamente, per motivi strettamente timbrici. Nei suoi anni d’oro, Jimmy Page è stato ritratto, il più delle volte, con il modello sopracitato; contribuendo ampiamente alla sua strabiliante iconografia. Ciò nonostante, il chitarrista dei Led Zeppelin non si è mai esentato dal proporsi con altri modelli rimasti, a loro modo, impressi nell’immaginario collettivo come sue chitarre preferite; tra questi, la mitica Fender Telecaster. In quest’articolo, comunque, faremo luce su alcuni dei modelli di chitarre più importanti nella carriera di Jimmy Page.

Hofner President

La Hofner President è stata, quasi certamente, la prima chitarra seria con cui Jimmy Page ha potuto lanciarsi nel mondo della musica. Lo strumento fece la differenza nei giorni in cui, il giovanissimo Page, si apprestava ad intraprendere il suo brillante percorso nell’universo musicale britannico. La Hofner President è una chitarra semiacustica a cassa larga risalente alla seconda metà degli anni ’50. Negli anni in cui Page era un’emergente, la Hofner godette di una discreta proseliti nel Regno Unito. I negozi di musica del luogo, infatti, proponevano gli strumenti a marchio tedesco a prezzi particolarmente bassi che spinsero gli allora artisti in erba ad acquistarli.

Fender Stratocaster 1957

Il passo successivo per Jimmy Page, ormai divenuto un musicista abbastanza rinomato sulla scena britannica, fu quello di acquistare una Fender Stratocaster Sunburst del 1957. Per quanto iconica possa essere, non si tratta di certo di una delle chitarre più importanti per Jimmy Page che, ricordiamo aver cementato la sua reputazione con Gibson Les Paul e Fender Telecaster. Ciò nonostante, lo strumento rappresentò un punto di svolta significativo per il chitarrista che, in ogni caso, scelse di non disfarsi della chitarra e di utilizzarla, addirittura, in una delle leggendarie incisioni dei Led Zeppelin, The Crunge, tratta da Houses Of The Holy.

Gibson Les Paul Custom ’60

Si tratta della celeberrima Black Beauty con cui Jimmy Page diede inizio alla sua brillante esperienza di session man e che, successivamente, avrebbe utilizzato con gli Yardbirds ed i Led Zeppelin. Lo strumento, equipaggiato con tre Humbucker P.A.F. ed un ponte tremolo Bigsby, presentava un cablaggio modificato e venne utilizzata dal leggendario chitarrista per incidere Whole Lotta Love. Nel 1971, la chitarra venne rubata e Page non riuscì più a ritrovarla. Ad oggi, il suo destino rimane sconosciuto. Jimmy Page rimpianse quella che era una delle sue chitarre più importanti per lungo tempo, finché non collaborò con Gibson per costruirne un’esatta replica nel 2008.

Fender Telecaster ’59

Parliamo dell’iconica Dragon Telecaster che Jeff Beck regalò a Jimmy Page dopo che il primo decise di uscire dagli Yardbirds. Nel 1967, in preda ad un impeto creativo, Page rese lo strumento leggendario, decorandolo con dei vetrini circolari capaci di riflettere le luci del palco, dando vita ad effetti particolari. In un secondo momento, Jimmy Page rimosse gli specchi e disegnò un dragone cinese stilizzato, in chiave psichedelica. Da allora, quella sarebbe stara ricordata come una delle chitarre più importanti per Jimmy Page, avendo mosso i primi passi coi Led Zeppelin proprio con quello strumento. Page ritirò la Dragon Tele in favore del suono più pieno fornitogli dalla Les Paul, ma in ogni caso, la seconda ammiraglia di casa Fender rimase una costante nella sua carriera artistica.

Danelectro 3021 ’61

La Danelectro è stata sempre presente sui palchi che Jimmy Page era solito infiammare, dapprima con gli Yardbirds e, poi, con i Led Zeppelin. Page adottava lo strumento per brani che richiedevano accordature particolari, lanciandosi in esibizioni lisergiche che consacrarono il suo nome all’eternità.

Gibson Les Paul Standard ’59/’60

Jimmy Page si diresse in via definitiva verso le Les Paul quando acquistò una chitarra da Joe Walsh. Page chiese aiuto al chitarrista nella ricerca di una Gibson che riuscisse a soddisfare le sue esigenze, avendo girato la Gran Bretagna in lungo e in largo senza successo. All’epoca, l’amico e collega possedeva una Gibson Les Paul del 1959 che, il chitarrista, accantonò dopo una riparazione che rese il manico troppo sottile per i suoi gusti. Jimmy Page si innamorò immediatamente della malleabilità dello strumento, sostituendolo alla Dragon Tele nel suo cuore. Nel corso degli anni, la chitarra sarebbe diventata la sua Numero Uno e, pur subendo numerose modifiche, rimase al suo fianco per tutto il periodo d’oro dei Led Zeppelin.

Gibson ES 1275 Double Neck

La doppio manico più famosa nella storia del Rock. Si tratta di una chitarra che, all’epoca, veniva costruita solo su ordinazione e che Jimmy Page portava dal vivo in ogni sua esibizione. Nel periodo di IV lo status della ES 1275 di Page divenne iconico a causa del suo utilizzo costante in brani dalla caratura elevatissima come Tangerine e Stairway To Heaven. Ad oggi, lo strumento raggiunge una quotazione impressionante in termini di vendite, a prescindere dal prestigio della figura che l’ha custodita per tutti questi anni. Insieme alla Les Paul e alla Telecaster, la ES 1275 è, sicuramente, una delle chitarre più importanti per definire Jimmy Page.

Gibson Les Paul Standard 1959

Parliamo della Numero Due in assoluto nel vastissimo parco chitarre di Jimmy Page. Lo strumento venne acquistato dal chitarrista nel 1973, come backup della chitarra appartenuta a Joe Walsh. Jimmy modificò lo strumento fino all’osso, cambiando il cablaggio dei pickup, creando un coil split ed un’inversione di fase attivabile tramite i potenziometri e degli switch appositi posti sotto il battipenna. Lo strumento comparve, per la prima volta, nel 1975 quando Jimmy Page lo adoperò sul palco per tracce come Dazed And Confused, Moby Dick e Over The Hills And Far Away. Page assottigliò anche il profilo del manico per farlo somigliare il più possibile a quello di Numero Uno. Sembrerebbe che Jimmy l’abbia adottata anche per registrare la pietra miliare dei Led Zeppelin, Kashmir.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
  

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.