gtag('config', 'UA-102787715-1');

La storia del primo “disastroso” concerto dei Beatles

Solo 18 persone assisterono al primo spettacolo dei Beatles nel sud dell’Inghilterra, nei lontanissimi anni Sessanta. Ci potete credere? Nemmeno i parenti dei musicisti in questione, i futuri Fab Four, andarono a vederli. Ma per quale motivo? Erano seriamente scarsi o non erano ancora conosciuti? Quando i Beatles decisero di lasciare il segno nel sud dell’Inghilterra con la loro esibizione ad Aldershot il 9 dicembre 1961, non si aspettavano certo una risposta così negativa dal pubblico. Voi direte: “Grazie mille, il pubblico non c’era”. Vediamo la storia del primo “disastroso” concerto dei Beatles.

Il concerto dei Beatles era un fiasco annunciato?

La colpa di chi era? Era tutto da imputare alla location quantomeno bizzarra o alla completa mancanza di pubblico? Andiamo con ordine. All’epoca Aldershot non era un zona alla moda, come potevano essere altri quartieri di Londra e non aveva neppure una scena musicale fiorente e significativa. Non c’erano quindi dirigenti o ragazze urlanti e, in sostanza, zero possibilità di godersi la notte e i ritmi frenetici che potevano invece avere Liverpool, Manchester o Londra. Ma allora perché lo fecero? Era il 1961, nessuno li conosceva e loro avevano bisogno di essere conosciuti un po’.

Il casino dei Beatles

L’ex Beatle Pete Best ha ricordato il concerto in questione alcuni anni fa e ha rivelato maggiori dettagli sulla strana notte: “A metà di una canzone, George e Paul si sono messi i soprabiti e sono scesi in pista per ballare insieme, mentre il resto della band ha continuato a suonare, suonando per loro e per la manciata di spettatori. Ci siamo poi rotto le scatole tutti durante tutta la seconda metà del concerto. John e Paul hanno deliberatamente fatto accordi e note sbagliate e aggiunto parole alle canzoni che non sono mai state nei testi originali.”

La promozione fallita

Nel tentativo di radunare più giornalisti e addetti stampa possibile, il manager dei Beatles cercò di promuovere lo spettacolo sul giornale locale ma l’adv non è mai stato pubblicato. Pagando con un assegno anziché in contanti, l’annuncio di Leach era stato praticamente dimenticato. Pensate che all’inizio questo concerto era stato presentato come una battaglia tra band: i Beatles di Liverpool contro gli Ivor Jay e i Jaywalkers, questi ultimi di Londra. I Beatles avrebbero chiuso la serata come vincitori, ma considerando che Ivor Jay e il suo gruppo non si fecero vedere, fu una vittoria già in partenza. Una volta arrivati ​​ad Aldershot, i Beatles solo dovettero aspettare per poter entrare nel locale.

Il ricordo di Sam Leach

I loro poster e le varie locandine però non si trovarono da nessuna parte. Quella notte, i Beatles suonarono il loro solito set che a quel tempo consisteva in gran parte delle cover di Chuck Berry e Jerry Lee Lewis. Peccato che ad assistere la band furono solo 18 persone. L’organizzatore Sam Leach fece un’intervista a Mashable nel 2016 su quella disastrosa serata. Ha detto: “Mi chiedo spesso cosa succede quando quei giovani raccontano quella notte in cui i Beatles arrivarono ad Aldershot e quasi nessuno si presentò per vederli”. Ecco la storia del primo “disastroso” concerto dei Beatles.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.